Rossella Urru libera. In attesa che questa frase diventi una realtà, più che una forte speranza, a chiederlo a gran voce è Rosario Fiorello, che sta innescando un tam tam mediatico per porre l’accento su una questione che finora appariva quasi dimenticata dall’opinione pubblica, o meglio forse mai presa veramente in considerazione.

Galleria di immagini: Fiorello

Così Rosario Fiorello ci mette la faccia, quella di Rossella Urru che fa capolino dal suo profilo Twitter, mezzo utilizzato dal mattatore, oltre ai TG nazionali, per parlare della situazione della ragazza sarda, che lavorava da due anni in Algeria come cooperante al Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli ed è stata rapita nel campo profughi di Hassi Raduni lo scorso ottobre.

A raccogliere l’invito di Fiorello sono stati in molti, prima tra tutti Alessia Marcuzzi, sebbene proprio come l’amico mattatore abbia avuto un po’ di problemi tecnici nel cambio dell’immagine del profilo, e l’inviato di Striscia la Notizia Valerio Staffelli. Anche altri stanno promuovendo la causa, pur senza modificare l’immagine, come Barbara D’Urso.

Nel suo appello in TV, Fiorello si è rivolto a tutti i principali network televisivi italiani, coinvolgendo della gente comune incontrata in edicola per chiedere la liberazione di Rossella Urru: un bel gesto, in puro stile Fiorello, per qualcosa che effettivamente appariva come un argomento dimenticato.

Fonte: La Repubblica.