Gli ingegneri e gli esperti di architettura conosceranno molto bene il nome di Zaha Hadid, la designer anglo-irachena famosa in tutto il mondo per le sue grandiose opere.

Zaha Hadid è stata la prima donna a vincere il Premio Pritzker per l’architettura e ha da poco messo la propria firma anche a Roma.

Nel Quartiere Flaminio della capitale, infatti, sta per essere inaugurato il suo primo progetto italiano: si tratta del “Maxxi“, il primo museo pubblico nazionale dedicato all’arte e all’architettura contemporanee.

Sarà un’Istituzione del Ministero per i beni e le attività culturali gestita dalla Fondazione Maxxi e presieduta dall’architetto Pio Baldi.

La meravigliosa struttura di vetro e cemento, che si estende su una superficie di 27.000 m2, aprirà ufficialmente le proprie porte al pubblico il 30 maggio ma l’attesa è tutta per venerdì 28 maggio, quando ci sarà la cerimonia di inaugurazione.

Alla festa parteciperanno artisti come Vezzoli, Penone e Grazia Toderi, attori e registi del calibro di Margherita Buy, Laura Morante, Gabriele Salvatores e Asia Argento, personalità come Jean Toad, Alessandra Borghese e le signore Fendi che, come si legge su Repubblica.it, sono in procinto di diventare sponsor del Maxxi.

Il Maxxi sarà strutturato in due parti: ci sarà il Maxxi Arte, diretto da Anna Mattirolo, e il Maxxi Architettura, gestito da Manuela Guccione. Il primo ospiterà circa 350 opere dei più influenti artisti italiani e stranieri della seconda metà del Novecento, mentre del Maxxi Architettura faranno parte le collezioni private di alcuni architetti italiani.

Le collezioni permanenti del Maxxi saranno affiancate, volta per volta, da esposizioni temporanee, la prima della quali aprirà proprio il 27 maggio in occasione dell’inaugurazione. Si chiamerà “Spazio” e avrà l’obiettivo di accompagnare i visitatori alla scoperta del museo del futuro.

Per chi di voi volesse partecipare all’opening del Museo Nazionale delle arti del XXI secolo, previsto per domani, è possibile prenotarsi online sul suo sito ufficiale.