Si chiama argento proteinato o metellinato ed è un principio attivo definito dall’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) come “ex galenico”, cioè impiegato nella preparazioni di farmaci e rimedi realizzati nei laboratori delle farmacie o parafarmacie. Oggi l’argento proteinato è un medicinale di automedicazione, quindi acquistabile senza bisogno di una prescrizione medica, usato principalmente come antisettico e decongestionante nasale. Nel 2008 era incluso fra i 20 principi attivi più acquistati nelle farmacie, fra quelli senza obbligo di prescrizione.

Nonostante sia un medicinale di automedicazione, l’argento proteinato non dovrebbe essere utilizzato nei bambini al di sotto dei 3 anni, mentre fino a 6 anni è necessario consultare il medico. Questo principio viene commercializzato in gocce nasali e auricolari di cui generalmente viene prescritta l’instillazione di due-tre gocce per 2-3 volte al giorno. Non vi sono particolari controindicazioni all’uso e comunque esistono due formulazioni diverse del prodotto, in cui le concentrazioni di principio attivo variano (0,5% o 1%).

Ma è veramente efficace? Sui forum le mamme sembrano molto interessate all’argomento, ma le indicazioni fra i medici non sembrano univoche: per alcuni specialisti, infatti, l’argento proteinato non ha alcuna utilità dimostrata e l’unico presidio in grado di decongestionare il nasino dei bambini resta la soluzione fisiologica.

Galleria di immagini: Megan Gale mamma: le immagini del primogenito della modella

photo credit: niki.75ciao via photopin cc