Sanremo è agli sgoccioli, ma continuano all’impazzata i pettegolezzi e le polemiche sugli artisti in gara che di serata in serata calcano il palco dell’Ariston: una delle cantanti più chiacchierate sui social e non solo è stata Arisa, valletta dell’edizione dell’anno scorso della kermesse canora e oggi in gara con la canzone “Guardando il cielo”.

Le critiche sono piovute sull’artista già dalla prima puntata a causa del look scelto per l’esibizione, definito troppo poco elegante e quindi non azzeccato a un evento del genere. Ma Arisa di certo non ha peli sulla lingua e in sala stampa ha risposto a modo suo alle provocazioni:

Mi hanno criticata per il look, detto che sembravo una bambina, ma avevo una gonna di pizzo, sotto il ‘golfino da nonna’, tutta trasparente: me la sono tirata giù perché non volevo essere volgare, già avevo la patatina al vento.

Galleria di immagini: Sanremo 2016, prima serata: i look migliori e peggiori

Autoironica come sempre, la cantante non si è tirata indietro neanche quando i giornalisti le hanno detto che è molto apprezzata dal mondo gay e che tante ragazze la sposerebbero. Senza nessun imbarazzo Arisa ha così svelato che forse la spiegazione è da legare al suo fascino androgino, tanto che un ragazzo napoletano un giorno le scrisse un messaggio a riguardo:

Hai viso da maschio e corpo da femmina.

Per concludere non poteva mancare un immancabile commento a Gabriel Garko che quest’anno ha il ruolo che lei stessa aveva avuto l’onore di ricoprire nell’edizione passata. Differentemente dal popolo del web, sempre cattivissimo, Arisa non spende critiche nei suoi confronti ma solo grossi complimenti definendolo addirittura un “marziano” per la sua bellezza quasi perfetta.