Con un protagonista particolare come il dottor Gregory House interpretato da Hugh Laurie, ci saremmo aspettati un set turbolento. Ma non così tanto. Il ritratto che ne fa un ex assistente alla produzione lascia infatti alquanto esterrefatti.

Tale Carl Jones ha infatti intentato una causa contro la produzione della serie “House – Medical Division” per essere stato licenziato in seguito a una serie di comportamenti molto poco professionali, e chiede un risarcimento di un milione di dollari per i danni fisici e morali subiti. Ma cosa succedeva su questo movimentato set?

Carl Jones ha affermato di aver cominciato a subire molestie di tipo verbale, con insulti anche parecchio offensivi di tipo omofobo, dopo essersi rifiutato di partecipare a tutta una serie di iniziative per lui poco edificanti come festini a base di cocaina, fiumi di alcool e visite in stripclub.

Ma non finisce certo qui: Jones riporta, infatti, come uno dei suoi superiori abbia portato più volte sul set una pistola, mentre un altro dei suoi capi, ubriaco di tequila, ha tirato fuori un coltello sul set. Un comportamento “degenerato” e continui atti di mobbing che avrebbero portato il povero dipendente a una depressione causata dall’ambiente di lavoro. Le accuse però sembrano essere rivolte esclusivamente a producers e membri della troupe, non agli attori. Vedremo cosa avranno adesso da ribattere quelli di Universal…