Il sole e le belle giornate iniziano a fare capolino finalmente nei nostri weekend: è il momento di pensare all’arredamento outdoor, per vivere a pieno gli spazi all’aperto, che siano grandi balconi, terrazzi, giardini, piscine o spiaggette.

Legno, rattan, materiali plastici sono i principali elementi dei mobili adatti agli esterni, perché se trattati ad hoc sono resistenti e durevoli. Infatti, posizionando all’aperto un mobile da interni lo condannereste alla rovina certa nel momento della prima pioggia (senza contare anche l’effetto del sole su materiali e colori).

Galleria di immagini: Arredamento outdoor, le proposte dell'estate

Se dovete acquistare nuovi mobili, sedie, sdraio, tavoli e tavolini, o se volete sostituire i vecchi per rinnovare l’atmosfera, ecco le ultime proposte sul mercato in fatto di arredamento outdoor.

  • Maison du Monde. Quest’anno Maison du Monde indica tre grandi tendenze per l’outdoor, “In riva al mare”, con un trionfo dei tipici colori marinari rosso, blu navy e bianco, “Brasile”, con colori accesi, pattern e linee leggermente vintage, e “Campagna”, dal mood romantico, che mescola legni e materiali naturali a colori neutri e pastello. L’intreccio e la fodera grigia (o écru) aggiungono per esempio a questo stile shabby chic un tocco esotico nel divano da giardino Saint-Raphael, largo 220 cm, ideale per sdraiarsi o quando ci sono molti ospiti. Al mobile si abbinano poltrone e tavolino per completare un vero e proprio salotto all’aperto.
  • Emu. Da Emu, che da 65 anni unisce comfort ed eleganza nei suoi prodotti Made in Italy, ricchi di forti contenuti impliciti di design, ma mai ostentati, arriva per l’estate 2016 la Collezione Ciak: ricerca formale, attenzione al dettaglio e combinazione di materiali tecnologici caratterizzano la creazione di Stefan Diez. Essenziale e raffinata, Ciak rappresenta la sintesi perfetta tra funzionalità e design. La linea a spirale della struttura in alluminio e il tessuto altamente performante caratterizzano la seduta, creando un prodotto da esterno solido e di lunga durata, adatto a diversi ambienti.
  • Kettal. I fratelli Ronan e Erwan Bouroullec hanno progettato per Kettel la sedia Stampa: “La nostra prima idea era di fare una sedia in alluminio che fosse robusta e delicata allo stesso tempo, una sedia capace di reggere il passaggio del tempo. Con Stampa abbiamo sviluppato un’autentica sedia in alluminio che combina diverse tecniche di produzione di questo materiale. L’anello stampato a iniezione collega la seduta stampata con lo schienale e le gambe idroformate, rafforzando l’intera struttura. Il telaio di metallo a forma di calice è disseminato di fori accuratamente organizzati, prodotti con la tecnica della punzonatura delle lamiere”. Questo modello, in due versioni, perforata o piana, resiste al tempo ed è adatta a interni ed esterni. È disponibile anche un cuscino aggiuntivo per la seduta.
  • Talenti. Chi possiede una piscina sa quanto a volte possa essere problematica la manutenzione dei mobili che la circondano, particolarmente quella delle sdraio. Con Breez 2.0 di Talenti, invece, la praticità si coniuga con il design contemporaneo: il lettino, realizzato in una struttura in alluminio verniciata in colore bianco, è rivestito in microfeel bianco, facile da lavare e resistente agli agenti atmosferici. Questa rivisitazione, nata dalla stravaganza e dal genio creativo di Karim Rashid, rende l’outdoor glamour e accogliente.
  • Ikea. Se amate pranzare all’aperto o abbronzarvi al sole, i mobili da giardino Ikea della serie ÄPPLARÖ sono quello di cui avete bisogno per arredare il vostro spazio all’aperto e godervi la bella stagione. Sono in legno massiccio, resistenti e disponibili in diverse misure, per adattarsi a qualsiasi spazio.
  • Artelia. Un classico dell’arredamento outdoor è la chaise longue in rattan sintetico Hummel di Artelia: le sue linee tondeggianti donano momenti di relax e comfort da soli, in coppia o con gli amici. Si tratta di un vero e proprio “divano culla” con cappottina per proteggere da vento e sole, che può essere unito a pouf e poggiapiedi per creare una superficie unica. Tra i vantaggi anche le numerose combinazioni possibili tra i colori del rattan (nero, marrone o grigio spazzolato) e della cappotta (bianco, nero, grigio, verde, rosso).