Si è appena conclusa a Milano HOMI 2014, la fiera dedicata all’arredamento e al lifestyle che raccoglie l’eredità del MACEF: 1.300 aziende, di cui oltre il 20% estere, hanno presentato nei 60.000 metri quadri di spazio espositivo le ultime novità del settore abitare e non solo; i visitatori sono stai 78.324 di cui 11.300 stranieri e provenienti in maggioranza da Russia, Francia e Cina. Si tratta di numeri importanti che fanno ben sperare per il prossimo EXPO 2015 e che sottolineano l’unicità e l’eccellenza del made in Italy. Lusso, artigianalità, ricerca, brand storytelling, sperimentazione: questi i leit motiv di HOMI 2014 il cui palcoscenico è stato diviso fra le piccole e medie imprese che sono il cuore pulsante dell’imprenditoria italiana e le eccellenze che rappresentano anche all’estero il nostro Paese. Leonardo.it ha intervistato i grandi brand presenti alla manifestazione: ecco tutte le loro novità.

Zucchi. Tessuti preziosi legati su sagome di cavalli, animali eleganti, ma selvaggi: è questo l’originale allestimento scelto per presentare la propria collezione A/I 2014-2015 dal gruppo Zucchi, che sale in sella al proprio passato, lanciato verso il futuro. La collezione presentata a HOMI 2014, ci spiega Eva Depoli, prende infatti ispirazione dalla collezione di antichi blocchi da stampa a mano su tessuto che la società ha acquistato nel 1988 da un privato inglese e negli anni restaurato, catalogato e archiviato. Questi oggetti rarissimi, che rappresentano la storia della stampa del tessuto quando ancora non esisteva la macchina rotativa, hanno ispirato la designer Marta Giardini che ha creato -su tessuti di altissima qualità come lino, percalle e satin- una collezione di lenzuola, copripiumini, tovaglie e runner dal gusto estremamente raffinato. È invece pensata principalmente per il mercato straniero la nuova collezione Bassetti: l’ispirazione è orientale, le cromie caldissime e declinate in abbinamenti cromatici inediti come l’ocra e il grigio, i disegni carichi di dettagli e i decori ricchi. Un modo per coccolare se stessi e la propria casa in previsione dell’inverno alle porte. Da poco il Gruppo Zucchi ha acquisito la licenza Pantone Universe, che ha legato al marchio Bassetti: lenzuola, federe, copripiumini e accappatoi in morbida e assorbente microspugna sono disponibili in 16 colori.

Tognana Porcellane. A HOMI 2014 Tognana Porcellane ha presentato la sua ultima nata: la batteria di pentole Ubiqua. A illustrarcene le caratteristiche è Paolo Tevisio che per Tognana si occupa di design e ricerca e sviluppo del prodotto. Adatte a ogni tipo di piano cottura, dai piani a gas a quelli a induzione, le pentole Ubiqua sono in alluminio pressofuso, facilmente lavabile e adatta a una cucina leggera. L’interno è a effetto pietra nei toni del beige, una scelta cromatica che rende adatta a tutte le tavole sia Ubiqua che il piatto coordinato, Roq. Grande successo anche per Evoluta, la prima batteria a risparmio energetico che, grazie a un particolare fondo brevettato in 3D che convoglia il calore al centro della pentola, consente di cucinare più velocemente e risparmiando. Realizzata in alluminio pressofuso privo di PFOA (un acido impearbilizzante), Evoluta vanta un rivestimento brevettato a 5 strati realizzato appositamente per Tognana Porcellane dall’azienda tedesca Greblon. Ma nel DNA dell’azienda restano ovviamente ceramiche e porcellane. “Come si fa a essere sempre leader in un settore così competitivo da così tanto tempo?” chiediamo a Tevisio. “La nostra forza” ci spiega “è avvalerci non solo di designer storici che da 20 anni collaborano con noi, ma anche di tanti artisti diversi in modo da avere innovazione continua e varietà. È importante studiare progetti a lungo termine, concentrandosi sul design e la qualità del prodotto con un occhio al prezzo. Infine, è necessario essere supportati da una rete vendite efficiente.”

Missoni. “La casa è viva, si muove sempre, non è mai finita”: è questa l’idea creativa di Rosita Missoni che, aspettando la presentazione a ottobre della collezione 2015, la grande maison porta a HOMI 2014. La morbidezza sembra essere il leit motiv della ipnotica collezione MISSONI HOME: morbidi pezzi living come cuscini, pouf e tappeti si vestono di fantasie floreali di grande impatto, cui si affiancano i motivi geometrici che da sempre sono associati al nome Missoni. Linee coerenti per i tavolini e i divani, modulari e personalizzabili attraverso la vasta gamma di rivestimenti fra cui scegliere. Novità i sofa scenografici rivestiti d’acquerelli e trompe l’oeil o di pelle nei toni classici. Non solo colore, ma anche bianco e nero, come ci spiega Alessandro Torrani, il cui giudizio su questa edizione di HOMI è positivo, pur con una avvertenza: “Bisognerebbe magari focalizzarsi su un solo appuntamento, perché forse due [Homi ritornerà a gennaio n.d.a.] sono dispersivi, sebbene la promozione sia importantissima. Il MACEF era concentrato sull’oggettistica; se HOMI deve spostarsi sul tessile dovrà affrontare i problemi e le ragioni del tessile.”

Galleria di immagini: Arredare casa: le proposte di HOMI 2014