Negli ultimi anni, il bagno sta diventando il protagonista della rivoluzione del design: da stanza di servizio a vero e proprio ambiente nel quale trascorrere del tempo per rilassarsi e per ripristinare il proprio equilibrio interiore. Ecco serviti, dunque, cinque consigli per arredarlo al meglio, lasciandosi corteggiare dalla forza della bellezza estetica e dalla funzionalità necessaria.

  1. Sviluppo orizzontale e verticale

    Il primo consiglio per l’arredo bagno classico non può che essere legato ad un aspetto che, molto spesso, si dimentica: il bagno, in quanto stanza che deve custodire molti oggetti, deve essere funzionale ed adatta a contenere prodotti delle più disparate dimensioni, dai detersivi ai medicinali. Per questo motivo, l’arredamento può svilupparsi in altezza, magari con mensole eleganti e sofisticate, che arredino lo spazio senza appesantirlo.

  2. Colori neutri

    Essendo una delle stanze più intime, il bagno richiede una colorazione neutra o delicata, che può spaziare dal bianco al crema, passando per le sfumature dell’avorio e dell’azzurro. Questa nuance deve essere tenuta a mente anche per il piastrellato che si alzerà sulla parete.

  3. Ariosità

    Seppur molto spesso realizzato in ambienti piccoli, arredare il bagno richiede anche l’accortezza di considerare spazi nei quali lasciare agli occhi la possibilità di muoversi, senza avere la percezione di un ambiente opprimente o chiuso. Per questo motivo, al posto di grandi elementi di arredo, si può optare per cose più piccole e, soprattutto, chiuse da ante, così da non avere la sensazione di soffocamento.

  4. Ordine elementare

    Per l’arredamento del bagno è anche importante da tenere a mente l’ordine elementare delle cose e della disposizione: ad esempio, mettere il water vicino alla porta potrebbe risultare poco gradevole per chi apre, improvvisamente, la stanza. Per questo motivo è importante considerare la doccia ed il water gli elementi da collocare più lontano dalla porta, anticipati dal lavandino e dal bidet.

  5. Poco spazio? Risparmiamo sulla porta!

    Infine, per coloro che hanno uno spazio veramente piccolo, un’idea può essere quella di sostituire la classica porta con una scorrevole, magari nascosta nel muro, così da ottimizzare l’ambiente. In questo caso, il muro che dovrà ospitare i binari dell’apertura dovrà essere abbondantemente spesso.