Il Natale è archiviato e tutti hanno dismesso ormai le decorazioni. Tranne coloro che, soprattutto al sud Italia, conservano la tradizione di togliere l’albero e il presepe in occasione della Candelora, il 2 febbraio, giorno conosciuto altrove come il Giorno della Marmotta o il giorno più freddo dell’anno.

=> Scopri le tendenze dell’albero di Natale

Ma in Germania alcuni stanno mettendo da parte il Natale in un modo quanto meno bizzarro. Si sono svolti a Weidenthal, nel sud della nazione, i campionati di lancio dell’albero di Natale. Le discipline della competizione erano tre: il lancio dell’arbusto doveva avvenire nello stile del lancio del giavellotto, in quello del salto in alto e in quello del lancio del martello.

Il vincitore è stato lo stesso dei due anni precedenti, il 48enne Frank Schwender di Frankeneck, che è riuscito a totalizzare nelle tre gare una distanza complessiva di 22,45 metri. Naturalmente, gli alberi dovevano essere lanciati senza le decorazioni, non solo per una questione aerodinamica ma anche di sicurezza: in altre parole, qualche puntale poteva attentare agli occhi dei presenti.

Certo, si tratta di una pratica che farà storcere il naso agli ambientalisti e non a torto. Il doversi disfare degli alberi di Natale è difficile per tutti, ma questo non è esattamente il modo corretto. Sempre meglio un albero in plastica sintetica, meno bello di uno vero, ma che tuttavia si conserva negli anni e ovvia il problema ambientale e quelli di smaltimento.

Fonte: Telegraph.