Il 30enne Fabrizio Piga, accusato di essere stato per due anni lo stalker di Michelle Hunziker, è stato assolto dal tribunale di Milano perché definito incapace di intendere e di volere dal giudice della terza sezione penale.

Il cagliaritano aveva pedinato la showgirl elvetica limitandone la libertà personale, accerchiandola, mandandole lettere, SMS e telefonandole costantemente. Lo stalker era anche arrivato seguirla davanti agli studi di “Striscia la notizia”, tentando in tutti i modi di baciarla e abbracciarla. La bella Michelle è stata costretta a cambiare completamente le sue abitudini per sfuggire a Piga.

Tutto è cominciato quando l’attrice ha stretto cordialmente la mano a Fabrizio Piga: da quel momento, lo stalker ha creduto che la Hunziker fosse interessata a lui e ha cominciato a pedinarla, tentando di “conquistarla” a modo suo.

Piga è stato poi rilasciato a seguito di una perizia psichiatrica che accerterebbe un “disturbo bipolare con manifestazioni psicotiche di tipo narcisistico e ossessivo”. Secondo lo psichiatra, l’uomo avrebbe bisogno di cure e non si renderebbe conto della sua malattia.