Astro Boy” è un film d’animazione diretto da David Bowers, autore di “Giù per il tubo”, che uscirà al cinema il 18 dicembre.

La pellicola è l’adattamento cinematografico dell’omonima serie manga creata nei primi anni cinquanta dal”dio del manga giapponese” Osamu Tezuka, e che ha poi raggiunto il successo nel 1963 con una serie televisiva che ha spopolato nel mondo.

Il Dott.Tenma ha perso tragicamente suo figlio, così decide di creare un robot a sua immagine e somiglianza e lo dota di tutta la tecnologia robotica più avanzata. Ma una volta in funzione, il Dott. Tenma capisce che questo non servirà a portar indietro il suo vero figlio e così decide di allontanarlo.

Astro Boy è un robot, ma ha gli stessi ricordi e sentimenti degli umani, e così, sentendosi abbandonato dal padre, inizia a vagare alla ricerca del suo posto nel mondo.

Grazie ai suoi super poteri, Astro Boy presto capirà di essere l’unico che può salvare la città di Metro City dal malvagio presidente Stone.

Con un disegno molto semplice e lineare, la storia segue un buon ritmo di narrazione. Non ci sono grandi effetti speciali, ma la trama emoziona e commuove.

Nella storia si affrontano molte tematiche: lo sradicamento, l’affetto familiare, la bontà e la generosità d’animo, l’altruismo. Ma aldilà dei buoni sentimenti ci sono anche combattimenti tra robot giganteschi e gag divertenti.

Come ha dichiarato il regista:

“È una storia senza tempo nella tradizione di Pinocchio o Oliver Twist. È una fiaba dickensiana, ma allo stesso tempo è anche molto moderna”.

Il cast delle voci italiane ha visto protagonista Silvio Muccino nella parte di Astro Boy, Carolina Crescentini nel ruolo di Cora, e il simpaticissimo Trio Medusa nella parte di tre robot improbabili.

Silvio Muccino, all’anteprima romana del film, ha così commentato la pellicola:

“Mi è piaciuto tantissimo questo film. Quando ero bambino sognavo di esser un super eroe, con dei super poteri, per poter volare sulla città e fare tante altre cose”.

Del resto chi di noi non l’ha sognato?

Il film è adatto alle famiglie, ai più piccoli e ai fan del maestro dei manga giapponesi, Tezuka.