Il regno del lusso senza compromessi si accinge ad ospitare una nuova perla, si chiama Atlantis e è il nuovissimo hotel extralusso inaugurato di Dubai.

Costruito su una superficie di 113 acri sull’isola artificiale più grande del mondo, Palm Jumeirah, questa splendida struttura costata più di un milione di euro offre ai turisti 1.373 camere, 166 suites lussuosissime, tra le quali spicca la “Bridge Suite” di 900 metri quadrati, un favoloso parco acquatico con decine di migliaia di specie marine e un fantastico delfinario.

Il nome evoca quello dell’antica civiltà di Atlantide, secondo alcuni realmente esistita e scomparsa improvvisamente in seguito ad un cataclisma. Naturalmente auguriamo un futuro più roseo ad Atlantis anche se le cose non sono cominciate sotto i migliori auspici.

A settembre un incendio ha colpito la terrazza esterna e parte della hall, minacciando di far slittare l’apertura, e a questo incidente si sono aggiunte le critiche degli ambientalisti che sostengono che la costruzione dell’isola artificiale sulla quale poggia l’hotel abbia seriamente rovinato la barriera corallina e tutto l’habitat del posto.

Infine i prezzi: si va dai 18.500 euro della Bridge Suite, ai più accessibili 300 euro per le camere standard, ma ci sono tour operators che propongono pacchetti completi come Turisanda che offre dal 1° ottobre al 31 marzo 2009 l’offerta “speciale coppia” con quota a persona da ? 1.650 incluso il volo con la Emirates Airline, un 6 giorni/5 notti con trattamento di pernottamento e prima colazione.