Il direttore del Tg1 Augusto Minzolini è finito di nuovo sotto accusa. Nel mirino questa volta non ci sono le ipotesi di parzialità di informazione del suo telegiornale, bensì le spese aziendali folli fatte dal giornalista con la carta di credito che ammonterebbero a ben 86 mila 680 euro negli ultimi 14 mesi.

Sulla questione la Rai ha dichiarato di aver aperto un’indagine, con il presidente Paolo Garimberti che vuole arrivare fino in fondo alla questione:

Su questa vicenda deve essere fatta chiarezza al di là di ogni ragionevole dubbio. Non è tollerabile nemmeno l’ombra del sospetto quando si parla di soldi del servizio pubblico. Mi aspetto che le strutture della direzione generale completino in fretta il loro lavoro e che risultati cristallini siano portati presto in CdA.

Augusto Minzolini intanto se la prende con il Fatto Quotidiano, che ieri in prima pagina ha titolato “TruffeRai”, e ha intenzione:

Di sporgere denuncia-querela nei confronti del Fatto Quotidiano per la persecutoria campagna di stampa intentata nei miei confronti con la pubblicazione di notizie contrarie a verità e gravemente lesive del mio onore, della mia dignità e della mia professionalità.