Il “Decreto Salva Italia” sta entrando in vigore e con esso anche tutti gli aumenti che erano già stati previsti.

Aumenta tutto: la benzina, gli alimenti, le tasse, le bollette e gli italiani potrebbero dover sborsare, in media, fino a500 euro in più a famiglia. A dirlo è una stima fatta da Ref ricerche e Unioncamere Indis per il Sole 24 Ore.

i 500 euro in questione si compongono di diversi fattori: si va dall’Imu, reintrodotta quest’anno e che è la voce che pesa di più sul bilancio famigliare, l’aumento del rifornimento energetico, elettricità e gas, ma anche l’acqua e i rifiuti.

Secondo la ricerca una famiglia media, un nucleo famigliare composto da 4 persone (due adulti e due bambini) che vivono in una casa (di proprietà) di circa 100 metri quadrati avranno un aggravio sul costo della vita di circa 500 euro.

L’aumento diventa di 125 euro per una famiglia mononucleo (ad esempio un single) che vive in una casa di 50 metri quadrati. Si assesta sui 315 euro, invece, l’aumento stimato per una coppia di pensionati con una casa di 90 metri.

Si tratta di cifre importanti che influiscono in modo pesante sul bilancio famigliare, soprattutto in un momento difficile e di contrazione della liquidità come quello che stiamo vivendo.