L’Australia è un paese ricco di luoghi da visitare, completamente diversi da quelli a cui siamo abituati nel nostro continente. Per questo la “terra dei canguri” affascina e ogni anno attrae milioni di turisti provenienti da tutte le parti del mondo, grazie alle bellezze di questa grande isola dell’Oceano Pacifico.

Il 2012 è l’anno perfetto per chi da molto tempo ha in mente un viaggio in Australia, perché per i prossimi 12 mesi si terranno festival, mostre, esibizioni, gare e competizioni.

Galleria di immagini: Australia

Per quanto riguarda lo sport, durante il mese di gennaio si è già tenuta la Tour Down Under, la competizione ciclistica australiana di 803 km intorno alla città di Adelaide, mentre non si è ancora concluso l’Australian Open, uno dei tornei di tennis più famosi al mondo. Nel mese di febbraio gli australiani sfideranno l’India, l’acerrima nemica nello sport del cricket, mentre dal 15 al 18 marzo l’Australian Grand Prix a Melbourne terrà incollati al televisore gli occhi di molti appassionati in tutto il mondo. Allora perché non cogliere l’occasione e andare ad assistere di persona a uno di questi eventi? Man mano che ci si avvicina all’estate australiana sono molte anche le competizioni che vedono protagoniste le barche a vela e gli yacht, maggiormente concentrate nel mese di novembre e dicembre.

Per gli amanti della musica, invece, sono molti anche i festival, a partire dal Big Day Out, evento che si tiene le ultime settimane di gennaio nelle più grandi città dell’Australia e della Nuova Zelanda, e lo Splendour In The Grass, considerato il più grande festival musicale dell’intero paese e che si tiene a cavallo tra luglio e agosto nel Queensland. Mentre il Byron Bay Bluesfest è un evento dall’impronta blues che si tiene per 5 giorni durante le festività pasquali alla Byron Bay, nel New South Wales.

Non mancheranno le occasioni d’arte, come la mostra di Picasso che si terrà a Sydney fino a marzo. Il mese di maggio invece vedrà l’Australia affollarsi di fashion-addicted, stilisti e celebrity di notorietà mondiale a causa della Australian Fashion Week.

Data l’agenda fitta, chi vuole prenotare un viaggio deve anche sapere a che cosa andrà incontro. I mesi più caldi coincidono con quelli di dicembre, gennaio e febbraio, quando le spiagge sono affollate di giorno e i club estremamente pieni di notte. Quello dell’estate australiana è un periodo perfetto per godere a pieno delle bellezze che offre il territorio, ma così facendo si va incontro anche ai prezzi cari dell’alta stagione. I mesi più economicamente abbordabili risultano essere quelli di marzo, aprile, ottobre e novembre.

Visto le grosse dimensioni dell’isola e quindi le lunghe distanze tra una città e l’altra, per spostarsi è meglio usare le linee aeree interne, che permettono di volare da una parte all’altra del paese in poco tempo e a prezzi modici. Tuttavia, anche attraversare l’Australia in macchina è un’esperienza indimenticabile ma altrettanto stancante.

Oltre alle città più famose come Sydney, Melbourne e Camberra anche Brisbane è una città dinamica che si sta sviluppando in molte e diverse forme, mentre Perth è la città più isolata al mondo nonostante le sue grosse dimensioni. I centri urbani hanno molto da offrire, ma la natura australiana è qualcosa di unico nel suo genere: il parco nazionale Kakadu permette di entrare in contatto con gli ecosistemi locali, coccodrilli, rapaci, piante rarissime ma anche pitture su roccia appartenenti agli antichi aborigeni. Per chi ama il mare invece non può perdersi la barriera corallina nel Queensland, con diverse e uniche varietà di coralli.

Fonte:Lonely Planet