Se state pensando al momento adatto per visitare New York allora non potete che scegliere l’autunno. Colori accesi che vanno dal giallo all’ocra intenso, tramonti romantici con cieli dalle mille sfumature e una città che si ricopre di una lieve malinconia. Questo e molto altro è la Grande Mela nei mesi autunnali. Ricordate “Autumn in New York“, con il bellissimo Richard Gere e la giovane Winona Ryder? Le loro passeggiate tra alberi secolari ricoperti di foglie che sembravano dipinte? Un’immagine che vale un viaggio negli Stati Uniti.

Galleria di immagini: New York in autunno

Si dice New York e non si può non pensare a Central Park, il parco più grande della città. Qui potrete godervi lunghe camminate tra laghetti artificiali, fontane e respirare l’aria della “città che non dorme mai”. Fate uno sforzo: alzatevi alla buon’ora e stupitevi di fronte ad un’alba che esplode di colori. Gli americani aspettano ogni anno l’arrivo dell’autunno proprio per osservare questo cosiddetto fall foliage: boschi interi che lasciano il verde per vestirsi di toni rossastri lasciando lo spettatore a bocca aperta. Oltreoceano ne vanno letteralmente pazzi tanto da seguirne gli sviluppi quotidiani sul New York Times: nella sezione meteo si può restare sempre aggiornati sull’andamento di questa natura che si trasforma.

Ma autunno a New York significa anche altro. Significa, su tutto, Village Halloween Parade. Una tradizionale sfilata che si svolge lungo la 6th Avenue il 31 ottobre: godetevi questo show tra spiriti, streghe e mostriciattoli e non dimenticate di bussare a tredici porte diverse al grido di trick-or-treat(dolcetto o scherzetto). Un modo per entrare nel vivo della società locale tra zucche decorate che ben si intonano con le nuances della natura circostante. Se avete perso questo evento potrete però esserci per la Maratona di New York, uno degli avvenimenti sportivi più famosi che va avanti dal settembre 1970. Quest’anno si è giunti alla quarantaduesima edizione e l’appuntamento è per domenica 6 novembre: lasciatevi trasportare dall’entusiasmo di migliaia di sportivi o semplici curiosi che acclamano i partecipanti.

Come non pensare poi al classico Giorno del ringraziamento che si svolge ogni anno il quarto giovedì di novembre. La festa, che risale al 1621, è molto sentita da tutti gli americani che si ritrovano intorno al tavolo per pranzi luculliani nei quali il piatto forte è il tacchino ripieno. Se decidete di partire in questo periodo potrete assistere alla Macy’s Thanksgiving Day Parade: dall’incrocio tra la 77th Avenue e Central Park West fino alla 34th Street palloni aerostatici, carri allegorici e oltre due milioni di persone animeranno la città. Uno spettacolo ormai divenuto simbolo dell’America atteso e festeggiato da grandi e piccini. Questa stagione magica si conclude tradizionalmente con l’accensione dell’albero del Rockefeller Center: il 30 novembre tutti con il naso all’insù in attesa di stupirsi di fronte all’illuminazione dell’albero di Natale più famoso della cinematografia internazionale.

E poi ancora la Statua della Libertà, Staten Island, Times Square, Broadway, Soho, Manhattan o il Greenwich Village e tanto altro ancora. Se pensate di fare un viaggio di due settimane negli USA soggiornate almeno per cinque giorni a New York e cercate di goderne a pieno: camminate tra quelle strade che vi sembrerà di conoscere perché viste in innumerevoli film, mangiate street food e innamoratevi di un autunno eccezionale. Per voli e soggiorni tenete d’occhio lastminute.it, Expedia o i tanti siti di viaggio che si trovano in rete: prenotando con largo anticipo potrete approfittare di tariffe convenienti.