Sole, caldo asfissiante e piccole tappe al mare per rinfrescarsi con un bel bagno. Non si tratta della descrizione di una giornata d’agosto, bensì di quello che attende gli italiani nelle prossime ore.

È l’effetto di uno degli autunni più anomali degli ultimi decenni che, come già dimostrato durante lo scorso settembre, garantisce temperature da vero e proprio primato.

Galleria di immagini: Afa

Tutta colpa, o sarebbe meglio dire merito, della corrente azzorriana di matrice nord-africana che colpirà il Centro-Nord a partire già dalla tarda giornata di oggi, che garantirà ancora quasi 10 giorni di estate prolungata.

Le temperature potrebbero essere addirittura di 12-15 gradi sopra la media, con una massima di 29 a Torino, 28 per Milano e Aosta e 30 a Novara. Nel resto del Nord, in particolare nelle regioni di Est, comunque la colonnina del mercurio non scenderà al di sotto dei 25 gradi. Un dato davvero stupefacente, considerando come le medie tipiche della stagione per questo periodo non superino i 18 gradi di massima.

L’estate non sembra proprio volersene andare, tuttavia non si potrà sperare che duri in eterno. Attorno al 20 di ottobre, infatti, le temperature dovrebbero bruscamente tornare nella loro tipicità stagionale, con conseguenze non sempre piacevoli in termini di salute, dato l’improvviso sbalzo. Il fisico, infatti, non avrà modo di abituarsi lentamente al nuovo clima, come avviene solitamente ogni anno. Nel frattempo, però, è proprio il caso di recuperare il costume da bagno, da pochi giorni riposto nell’armadio per la fine delle vacanze estive.

Fonte: La Stampa