Riprendono i lavori per i sequel di Avatar: James Cameron ha infatti commissionato la costruzione di un sottomarino che sia in grado di arrivare a incredibili profondità, e che utilizzerà per girare alcune riprese di “Avatar 2“.

Il regista sarebbe intenzionato a immergersi nella famosa Fossa delle Marianne, nelle acque del Pacifico, e ambientare gran parte del secondo capitolo di Avatar in acqua.

Ora come ora, stiamo pensando di girare Avatar 2 e 3 assieme, sto pensando alla storia in modo da avere un arco molto ampio, che spazi su due film. (…) Dirigere i due film è una grossa decisione perché significa che rimarrò su Pandora a lungo. Ma sarà fantastico. Metteremo insieme lo stesso team: l’emozione di lavorare a questo film è talmente bella che sarebbe folle non farlo.

James Cameron pare dunque essere orientato a girare entrambe i film che completerebbero la trilogia di “Avatar” nello stesso periodo, mentre per quanto riguarda la costruzione del sottomarino da egli fortemente voluto, questo sarebbe attualmente pronto al 50%.

Il sottomarino in questione avrebbe solo due posti a disposizione al suo interno e sarebbe fornito di telecamere che dispongono delle più avanzate tecnologie 3D. Ad ogni modo, entro quest’anno verranno effettuati i primi preparativi per le immersioni, mentre per quanto riguarda l’uscita nelle sale di “Avatar 2“, l’attesa è ancora molto lunga, si parla infatti del 2014.