Il loro nome farebbe pensare ad artisti stranieri, americani magari. Winkler + Noah, invece, non potrebbero essere più italiani di così.

I loro veri nomi sono Romina Raffaelli e Stefano Marini, sono due artisti contemporanei di origini romane vincitori di numerosi riconoscimenti in tutto il mondo e che solo recentemente si sono avvicinati alla fotografia.

Hanno realizzato opere attraverso il disegno, la pittura e la scultura e il loro genio artistico è sempre stato permeato dal rifiuto e dalla critica nei confronti di alcuni aspetti della società contemporanea.

La loro prossima esposizione si chiama “Awakening“, ovvero risveglio, e dall’8 giugno al 17 luglio sarà disponibile al pubblico alla Wannabee Gallery di Milano.

La mostra è destinata a suscitare non poche polemiche, perché ha per oggetto i corpi seminudi e sofferenti di donne crocifisse o i loro cadaveri abbandonati in qualche luogo deserto e asettico. L’intento è quello di sferrare una solida critica nei confronti del sistema religioso contemporaneo e di alcuni aspetti sociali a esso connessi.

Una provocazione, dunque, lanciata attraverso immagini di donne bianche e nere, magrissime o con un corpo bellissimo, tutte accomunate da sguardi sofferenti e dalle ferite provocate dai chiodi e dalla corona di spine.

Winkler + Noah, che nascono nella fotografia pubblicitaria prima che in quella artistica, li chiamano “ritratti di novelle Criste“. Come leggiamo su Il Sole 24 Ore, la coppia di artisti non è certo nuova in fatto di critiche e provocazioni lanciate attraverso le loro opere.

La loro precedente collezione, per esempio, intitolata “The puppet show” raccontava l’universo infantile ossessionato e represso dalle aspettative di perfezione nutrite da genitori egoisti e troppo apprensivi.

Sul sito ufficiale di Winkler + Noah è possibile conoscere la loro dettagliata biografia, le loro prossime esposizioni e visualizzare le immagini delle loro fotografie.

La mostra sarà inaugurata alle 18.30 dell’8 giugno e per maggior informazioni vi invitiamo a visitare il sito ufficiale Wannabee Gallery.

Per vedere, invece, in anteprima le immagini di “Awakening” vi rimandiamo alla gallery di Repubblica.it.