Una delle cose più importanti che segnano la nascita di una relazione è senz’altro il primo bacio. Quello che in pochi notano è, però, che con il passare del tempo il rapporto di coppia si consolida ma i baci appassionati diminuiscono drasticamente e, secondo gli esperti, questo è uno degli errori più gravi che si possano compiere. La ragione risiede nel fatto che, che ci crediate o no, il bacio è uno dei capisaldi del rapporto di coppia.

Varie sono le ragioni per cui non bisogna mai trascurare di dimostrare il proprio affetto al proprio partner. Innanzitutto perché nelle labbra risiede un incredibile numero di terminazioni nervose che stimolano il desiderio. Inoltre, contrariamente a quello che in molte pensano, anche gli uomini apprezzano i baci; infatti, ben il 40% degli uomini intervistati per un apposito studio hanno dichiarato che non c’è nulla al mondo di più eccitante di un lungo bacio hot.

Galleria di immagini: Baci

Occorre, poi, tenere presente il significato di un bacio. In primo luogo, gli esperti infatti consigliano di fare molta attenzione a come lui ci bacia prima di andare via: un rapido bacio dato di sfuggita su una guancia può essere un importante campanello di allarme, specie se è un comportamento insolito per il partner. In secondo luogo è bene sapere che il famoso bacio alla francese permette all’uomo di comunicare le proprie sensazioni, per cui se lui inizia a essere un po’ più “aggressivo” è perché vuole che anche la partner si dimostri più coinvolta.

Inutile dire, poi, quanto i baci siano importanti come preliminari. Esattamente come avviene per gli atleti che si devono scaldare prima di una corsa, allo stesso modo il corpo ha bisogno di iniziare a “carburare” prima di andare al dunque. Baci appassionati, infatti, alzano la pressione del sangue e fanno battere più velocemente il cuore, aumentando di conseguenza l’eccitamento di entrambi. Un ultimo consiglio è quello di non limitarsi ai baci classici ma di dedicare le proprie attenzioni anche ad altre parti del corpo ricche di terminazioni nervose come l’orecchio o la punta delle dita.