Quest’anno la Baguette Fendi compie vent’anni: è dal 1997, infatti, che una delle it bag più amate occupa i sogni di shopaholic e fashion victim, complice la sua unicità, la perizia artigianale con cui viene realizzata, la continua rivisitazione di un classico che permette ogni anno di avere un modello completamente nuovo capace di cavalcare e scavalcare le tendenze. Infinite declinazioni di un successo, che è entrato nella storia della moda e rappresenta un capitolo importante della storia di una famiglia.

Merito anche di una sapiente campagna commerciale che ha permesso alla Baguette Fendi di finire sotto il braccio – proprio come fanno i parigini con il celebre sfilatino, re del pane tipicamente francese – di celebrities, prima fra tutte Sarah Jessica Parker che non ha mai nascosto la sua passione per questa borsa, e di influencer di mezzo mondo, Chiara Ferragni e Olivia Palermo comprese.

La Baguette Fendi è ormai entrata nell’olimpo delle borse più desiderate accanto alla 2.55 di Chanel, alla Kelly e alla Birkin di Hermès, alla Jackie di Gucci, alla Lady Dior. Perché è così amata? Perché è comoda da portare, non passa inosservata malgrado le piccole dimensioni, sa essere sportiva ed elegante, a seconda della versione, e perché ne esistono degli splendidi modelli da collezione che solo in poche vantano di possedere. In attesa delle celebrazioni della maison, attese in autunno, ripercorriamone allora la storia, da quell’ormai lontano 1997 fino ad oggi.

Galleria di immagini: Baguette Fendi, foto e prezzi

Baguette Fendi: storia

  • Silvia Venturini Fendi (figlia di Anna Fendi che, con le sorelle Carla, Paola, Franca e Alda, ha reso la doppia “F” un simbolo di lusso cosmopolita) nel 1997 crea la Baguette Fendi, che in pochi mesi diventa un vero oggetto cult della moda e un successo internazionale: una borsa dalle piccole dimensioni e dalla forma semplice, ma declinata in tessuti e pellami diversi, con decori importanti, addirittura barocchi.
  • Nel 2000 la Baguette Fendi vince il The Fashion Group International award per gli accessori.
  • Con la Baguette Fendi inaugura il concetto di “limited edition”, un modo di anteporre la creatività al marketing, il culto della qualità all’industrializzazione selvaggia.
  • Nel 2012, per festeggiare i 15 anni, è stato lanciato il libro “Fendi Baguette”, edito da Rizzoli New York, firmato da Silvia Venturini Fendi, a cui hanno collaborato Banana Yoshimoto, Paola Antonelli, Pearl Lam, Quirino Conti, Sarah Jessica Parker, Sophie Fontanel, Dana Thomas e Achille Bonito Oliva. Racconta, con l’ausilio di 250 foto a color una storia di maestria, alto artigianato, moda e design e celebra attraverso parole e immagini un accessorio che è diventato quasi un multiplo d’arte.
  •  “La Baguette è nata come archetipo. La sua forma semplice e riconoscibile è stata la base per centinaia di variazioni nei materiali e nelle interpretazioni“, spiega nel libro Paola Antonelli, curatrice del MoMA di New York.
  • Nel 2015, in occasione dell’apertura della nuova boutique a New York in Madison Avenue, sono state create cinque edizioni limitate di Baguette Fendi, in collaborazione con cinque donne simbolo della città:  Rihanna, Sarah Jessica Parker, Leandra Medine, Jourdan Dunn e Rachel Feinstein.
  • Sono circa 80 gli artisti che hanno collaborato con Fendi, tra cui compaiono Jeff Koons, Tom Sachs, Damien Hirst e Francesco Vezzoli.
  • Nella collezione Autunno/Inverno 2017-18, che segna il debutto della nuova box bag Runaway con doppio manico, in due tonalità di nappa e intarsio in pitone, la Baguette è impreziosita da intarsi in pitone, dal logo dalla “doppia F” stampato, dai patchwork in velluto, da inserti in visone e frange in pelle.

Baguette Fendi: vintage

  • Tra i modelli Baguette Fendi spicca la versione Selleria in cuoio romano, del 2013, interamente cucita e realizzata a mano in ogni sua parte, incredibile capolavoro della maison. Ogni singolo modello è contraddistinto da una numerazione progressiva impressa sulla placca in argento all’interno.
  • Nel 2012, la Maison ha lanciato una serie di riedizioni dei modelli più celebri: la Baguette Jeans della primavera estate 2000, la Baguette Specchietti dell’autunno inverno 1997, la Baguette Tucano della primavera estate 2005.
  • Rihanna ha trasferito il suo stile forte e inconfondibile nella 3Baguette: il motivo doppia F è presente sulla patta, il retro è ricamato in lurex nero tono su tono. I fianchi e la parte anteriore sono in velluto nero. Il manico in coccodrillo crea un contrasto con i lati di velluto, mentre le pietre nere danno un tocco prezioso alla fibbia in rutenio ultra-black. La Micro Baguette di Rihanna, in grigio canna di fucile, è arricchita da ricami di perline e accessori in rutenio ultra-black, perfetto complemento per la 3Baguette.
  • La 3Baguette di Sarah Jessica Parker è un mix esclusivo di colori ravvivati dall’elegante combinazione di diverse texture: velluto, raso e galuchat. Questo prezioso materiale, con le due linee dorate perpendicolari, traccia una F sulla parte anteriore. L’impugnatura, anch’essa in galuchat dorato, dà un tocco di ulteriore sofisticatezza alla borsa. La Micro Baguette, invece è realizzata in velluto viola liscio e richiama le strisce della 3Baguette. La chiusura in galuchat con fibbia a doppia F in metallo dorato aggiunge un tocco di dinamismo e di luminosità.
  • Leandra Medine, di Man Repeller, ha pensato a una 3Baguette in brillante chiffon con paillette che le conferiscono un tocco di stravaganza, rafforzato dal contrasto cromatico tra blu fluo e arancio carota. La base in pelle bianca è arricchita da un ricamo etnico che decora la patta.
  • La 3Baguette di Jourdan Dunn ha una patta in pitone giallo e all’interno svela un ricamo in rosso con la frase “you owe it to yourself, set the world on fire” (“te lo meriti: incendia il mondo”) citando uno dei suoi tatuaggi. Il manico in pelle nera è in contrasto con la nappa verde anteriore e con il rosso sui lati.
  • La Baguette di Rachel Feinstein, realizzata nei toni del marrone chiaro sui lati, manico e finiture in pelle marrone. Tutti gli accessori sono realizzati in metallo dorato e un inserto di plexiglass nero crea un effetto marmo sotto la fibbia. La micro Baguette si ispira a ritratti del Rinascimento fiorentino. Il tocco artistico si esprime nei ricami in cristallo su base di pelle blu scuro e nella catena dorata del manico.

Baguette Fendi: prezzi

  • Alcuni modelli vintage possono essere acquistati online, su Vestiaire Collective o Vendome Italia. I prezzi variano dai 200 ai 5mila euro, a seconda del materiale e dello stato della borsa di seconda mano.
  • La Baguette Fendi della primavera estate 2017, decorata sul bordo della patta con un intreccio tono su tono e disponibile in 5 colori (indaco, blu, cacao, rosso, bianco e nero) costa 1.500 euro.
  • La Baguette Fendi in seta ricamata all-over con piccole sfere, in giallo cedro o rosa pop, costa 2.350 euro.
  • La Baguette Fendi in rafia intrecciata bicolor con bordi decorati da un motivo Waves, disponibile in nero e color grano, costa rispettivamente 1.600 e 1.950 euro.
  • La Micro Baguette Fendi in nappa azzurro polvere decorata con lunghe frange verdi e occhi dalla forma a fiore in pelle viola costa 1.450 euro.