Balenciaga trova il suo nuovo direttore creativo: è Alexander Wang, interprete di una moda giovane e per tutti. Erano i primi giorni di novembre quando ha iniziato a circolare la notizia destinata a rivoluzionareil mondo del fashion: la storica maison aveva appena licenziato il suo storico – e geniale – direttore creativo, Nicolas Ghesquière; subito tutti si erano chiesti chi sarebbe stato all’altezza di raccogliere l’eredità di Ghesquière e mantenere la maison a livelli qualitativi ed economici altissimi.

=> Leggi tutte le news su Balenciaga

Ora, Balenciaga sembra aver deciso: la scelta è ricaduta su Alexander Wang: neppure trent’anni, ma già stilista di fama planetaria. La maison ha così scelto una figura completamente diversa da quella precedente, sia per stile che per target a cui rivolgersi. Nicolas Ghesquière ha dato vita ad una moda elitaria, una vera e propria forma d’arte in continua evoluzione e frutto di una perenne sperimentazione di forme, colori e stoffe.

Alexander Wang vanta una carriera già lunghissima e costellata di continui successi: nel 2005, a soli ventitré anni, ha lanciato la sua prima collezione; da lì alla passerella e, poi, all’apertura delle prime boutique, il passo è stato breve, tanto che critici di moda e buyer considerano Wang uno degli stilisti più importanti e influenti del momento. Con la scelta del nuovo direttore creativo, Balenciaga cambierà rotta: proporrà una moda meno “artistica” e originale e più sfruttabile, alla portata di tutti, giovanile e sporty. In altre parole, meno sottigliezze, meno ricercatezza, ma più attenzione alla realtà.

Fonte: Grazia