Il salotto politico di Ballarò si sta sempre di più trasformando in un vero e proprio incubo per i rappresentanti della maggioranza di Governo. Dopo la figuraccia di Mariastella Gelmini, ignara dei tagli ministeriali alla scuola da lei stessa controfirmati, è il turno di Ignazio La Russa di barcamenarsi in una gaffe. Durante il dibattito, infatti, il Ministro della Difesa ha dimostrato di ignorare l’esistenza di Alexander Lukashenko, il presidente bielorusso.

La gaffe ha del grottesco, perché La Russa è stato colto in fallo dalle telecamere nel tentativo di ricevere informazioni da un suo collaboratore seduto alle sue spalle. Interrogato infatti dal conduttore Giovanni Floris, il Ministro non ha risposto perché troppo impegnato a chiedere al compagno politico chi fosse quel tal Lukashenko.

Galleria di immagini: Ignazio La Russa

Avvisato immediatamente dell’attenzione del presentatore, inutile è stato il tentativo fugace di coprire con le mani il microfono: le telecamere, già da parecchi secondi su La Russa, avevano ormai ripreso tutto e generato le risate degli ospiti in studio.

Disattenzione al prosieguo della puntata a parte, stupisce che il Ministro della Difesa italiano non conosca l’esistenza di un leader tanto sanguinario come Lukashenko, famoso in tutto il globo per essere l’ultimo dittatore rimasto nel continente europeo. Hanno destato molto scalpore le sue modalità d’elezione, condotte a suon di vodka e altri generi alimentari offerti ai cittadini in cambio di un voto, e altre pratiche lontane dagli stati di diritto europei, come l’arresto degli oppositori politici rei di aver pronunciato “frasi antipresidenziali”. Lukashenko è inoltre da tempo sotto l’obiettivo attento degli osservatori internazionali anche per alcuni impeti razzisti e guerrafondai, stupisce che La Russa non ne fosse al corrente.

Il dibattito di Ballarò è poi proseguito con i soliti battibecchi in studio, che hanno visto protagonisti proprio La Russa, la politologa Nadia Urbinati ed Enrico Mentana. Il ministro ha infatti attaccato la professoressa emigrata negli Stati Uniti tacciandola di mancanza di obiettività e preoccupandosi per la sfortuna degli studenti a stelle e strisce nell’averla come docente. Critica a cui ha risposto in modo secco il direttore del TG di La7:

“E dove sta scritto che un professore debba essere obiettivo?”.