Corrono le ore prima del ballottaggio per le elezioni al comune di Milano. E se a fronteggiarsi ben sappiamo che ci saranno il sindaco uscente Letizia Moratti e lo sfidante Giuliano Pisapia, c’è qualcuno che approfitta delle ultime battute della campagna elettorale per ironizzare su quello che sta accadendo in queste ore concitate.

Si tratta di Elio e le Storie Tese, la band rock demenziale ospite fissa a “Parla con me“, che ritorna sulle sue parodie politiche. Per Elio è la volta di “Ballo ballottaggio“, ispirata alla canzone di Raffaella Carrà “Ballo ballo”, naturalmente in chiave elettorale.

Galleria di immagini: Riscaldamento e stretching

Era dai tempi dello scottante caso di Ruby Rubacuori che la band non eseguiva le sue parodie, quando il “Waka waka” si Skakira diventò “Bunga bunga” e la canzone dei Litfiba “Regina di cuori” si trasformò per magia in “Regime di cuori“. Questo pezzo sulle elezioni, però, non risulta simpatico e dalla grande portata satirica come gli altri.

La canzone di Elio si chiude con dei versi di una canzone di Franco Battiato, “Voglio vederti danzare” in cui viene recitato:

“E gira tutto intorno alla stanza, Pisapia avanza, avanza…”