Non le era stata data nessuna possibilità di vita, invece la piccola  Virsaviya ‘Bathsheba’ Borun-Goncharova oggi ha sei anni e continua ad essere più forte della malattia che la sta mettendo alla prova.

La bambina soffre della Pentalogia di Cantrell, una condizione congenita rarissima che si verifica in circa 5,5 individui per milione di nati vivi e consiste nella crescita del cuore e dell’intestino fuori dal petto e dall’addome, ricoperti solo da un sottile strato di pelle.

La piccola, nata in Russia, secondo i pronostici dei medici non aveva le possibilità neanche di venire al mondo ed invece continua a lottare e a sopravvivere con il cuore fuori dal petto. Ora vive nel sud della Florida con la mamma Dari ed è stata aperta una raccolta fondi per aiutare la famiglia a finanziare le sue cure costosissime.

La notizia incoraggiante è che un medico di Boston è disposto anche ad operarla ma, per affrontare l’intervento, la bimba dovrà aspettare almeno due anni in quanto adesso i valori della pressione sanguigna sono troppo alti. Nonostante ciò, Bathsheba non molla, continua a tenere duro e non sembra aver paura tanto che, in una intervista alla “NBC News“, ha descritto la sua condizione come qualcosa di speciale:

Io so perché ho il cuore al di fuori, perché Gesù vuole dimostrare che lui può fare cose speciali come me.