Degli effetti positivi del gioco abbiamo parlato tante volte. Giocare aiuta i bambini a crescere, a svilupparsi, a relazionarsi con gli altri, a conoscere e… a guarire da paure e malattie. Secondo l’Università di Cincinnati, in particolare, giocare al dottore aiuterebbe ad esprimere le proprie paure e a guarire più in fretta. E gli effetti positivi non varrebbero solo per i bambini malati, ma anche per eventuali fratellini o le sorelline che gli stanno accanto e che, spesso, si sentono “abbandonati” dai genitori per via della situazione.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Issues in comprehensive pediatric nursing, ha riguardato un gruppo ristretto di bambini (cinque affetti da patologie gravi e quattordici parenti diretti ospitati anche loro in ospedale), ai quali è stato permesso di giocare con stetoscopio, laccio emostatico, valigetta del dottore, letti ospedalieri in miniatura e ambulanze.

Gli studiosi hanno osservato i piccoli (tra i due e i dieci anni) giocare per un mese e hanno scoperto che, attraverso il gioco, i bimbi riuscivano ad esprimere le loro paure più grandi ai medici, esorcizzandole di conseguenza.