Avvicinare i bambini alla natura: certo un obiettivo difficile per te, se vivi in città, eppure basta soltanto un po’ d’attenzione e modesta volontà per riscoprire i diversi modi con cui rapportarsi con la natura.

Non dimenticare, anzitutto, che all’aria aperta si rinforza l’organismo, anche d’inverno. È pur vero che i bambini si ammalano più facilmente durante la stagione fredda e umida, ma è anche vero che le malattie sono utili per fortificare il sistema immunitario. Abbiamo proprio dimenticato che la vita all’aria aperta fortifica il corpo e lo spirito! Quando i tuoi genitori e ancor più i tuoi nonni erano piccoli, si viveva molto di più per strada, si facevano magari chilometri a piedi per arrivare a scuola, nonostante la pioggia o la neve. Eppure erano molto è più forti dei bambini di oggi.

Comunque le occasioni sono tante: gite fuori porta per fare la spesa nelle cascine e negli agriturismi; passeggiate nei parchi naturali e nelle oasi del WWF sparse in tutta l’Italia; visite ai nonni o ad una coppia di amici che vive lontano dalle grandi metropoli…Le opportunità di ”evasioni naturali” sono tante. Le possibilità molteplici, i modi diversi…Comincia a cambiare te stessa e preparati ad accogliere la natura attorno a te e dentro di te e poi…basterà cercare…

Un po’ di natura a casa

Innanzitutto è possibile portarla a casa un po’ di natura!

*Un amico a quattro zampe è un ottimo compagno di giochi, che vi costringerà ad uscire più spesso per fare una passeggiata fra alberi e cespugli.

*Se non puoi permetterti un cane o un gatto, potresti acquistare un acquario, anche piccolo. Vedrai con quale entusiasmo il tuo bambino osserverà i suoi abitanti!!! Non passerà molto tempo che vorrà lui stesso dargli da mangiare.

*In balcone o in terrazza, puoi coltivare un piccolo orto, che man mano il bambino imparerà a curare insieme a te. Le piante aromatiche, tanto utili in cucina e in caso di piccoli disturbi della salute, potrebbero essere un modo giusto per avvicinare il tuo bambino al mondo della flora. Non mancherà l’occasione per far conoscere al piccolo gli insetti che sono ospiti abituali delle piante: coccinelle, api e farfalle.

*Ancora meglio un piccolo giardino dove coltivare gli alberi e le piantine da toccare, annusare e ammirare.

*Una ”casetta per gli uccelli”, magari un nido per le rondini, installato proprio a ridosso del muro della tua terrazza. Quale spettacolo migliore puoi offrire al tuo bambino di una rondine a primavera?