Un’idea geniale quella di trascorrere le vacanze all’insegna dell’ecoturismo e insegnare ai bambini a ”vivere” i parchi e a scoprire la bellezza dell’ambiente attraverso il turismo natura. In crescita, infatti, gli italiani che che scelgono una vacanza all’insegna della natura scegliendo come meta uno dei parchi nazionali del nostro Paese.

Un turismo sostenibile che non conosce crisi e valorizza natura e risorse locali. La proposta di oggi è il Parco nazionale della Sila, un’idea che nasce dal programma Legambiente ”Vivere i Parchi”, mirato a far conoscere le iniziative, i progetti e le attività per la promozione e la fruizione di queste aree patrimonio di biodiversità, in coerenza con la Carta Europea del Turismo Sostenibile.

Ad esempio, il turismo legato alla pratica degli sport all’aperto ha trovato un ambiente favorevole nelle aree protette e nella Sila: dall’equiturismo agli sport invernali a basso impatto ambientale, sono tante le iniziative che hanno trovato il giusto equilibrio, tra salvaguardia e fruizione, promuovendo anche l’economia in tanti territori di pregio della Regione che sono divenuti i primi laboratori della green economy da valorizzare e promuovere con maggiore efficacia.

La mascotte del Parco, il lupo appenninico, adesso anche che nei panni del piccolo Silotto, insieme ai suoi amici della “Compagnia del Bosco”, guida ed educa i bambini alla vita e al rispetto nel Parco. Nel Parco della Sila si possono fare escursioni a piedi, in mountain-bike e a cavallo. E dedicarsi alla fotografia naturalistica, al birdwatching, praticare canottaggio, sport da neve, aree specializzate nell’educazione ambientale, veri e propri Musei Verdi posti in ampi scenari naturali.

Il Centro Visita Cupone, situato nella Sila Grande, in provincia di Cosenza, è un centro di educazione ambientale con sentieri naturalistici, osservatori faunistici, museo, giardino geologico ed un orto botanico accessibile ai non vedenti con pannelli e file audio mp3 che spiegano le varie essenze. Nelle vicinanze un’area attrezzata per pic-nic lungo il lago Cecita fa del Centro Visita Cupone una delle zone più frequentate del Parco della Sila.

Per riscoprire le attività di una volta, legate ancora ai ritmi delle stagioni ed ai suoi prodotti, le “Fattorie Aperte”, un vero e proprio tour organizzato all’interno del circuito delle fattorie presenti in Sila, che conducono i bambini e i loro genitori alla scoperta della vita in fattoria, dove possono trascorrere intere giornate svolgendo attività didattiche in laboratori come la caseificazione, la mungitura, l’orto, le stalle, la cucina.

Una grande attrattiva per i bambini, i ragazzi e le famiglie sono sicuramente i Parchi Avventura che nel Parco della Sila si trovano in due differenti zone: a Lorica, a ridosso del lago Arvo, il parco SilAvventurA dove, oltre a provare i percorsi acrobatici divisi per grado di difficoltà, si possono praticare escursioni accompagnati dalle guide ufficiali del Parco Nazionale della Sila; a Zagarise Orme nel Parco, il più grande Parco Avventura del Sud Italia, è un parco acrobatico sospeso tra gli alberi per tutte le età con area bimbi e area giochi.

Per le famiglie che amano viaggiare in camper, proprio di fronte alla sede legale ed amministrativa dell’Ente Parco Nazionale della Sila, si trova un’area attrezzata per la sosta che affaccia sul Lago Arvo, le cui insenature, con le loro radure verdi, ricordano i paesaggi scandinavi.