Lino Banfi non tornerà a essere un interprete di “Un medico in famiglia“. A parlarne è lo stesso attore, impegnato in questi giorni a Montecarlo per il Film Festival della Commedia, il quale smentisce i dubbi sul suo ritorno, sollevati da lui stesso nei giorni scorsi.

Lino Banfi ha interpretato nella fiction Rai il personaggio di nonno Libero, autore di celebri tormentoni quali “una parola è troppo e due sono poche” e di profonde riflessioni: la lezione di umanità che Banfi ha dato è stata sempre apprezzata da tutti. L’ultima stagione della fiction ha avuto un ottimo riscontro di pubblico e, nonostante i continui ripensamenti, sembra ormai certo che l’attore barese non apparirà nella prossima edizione.

Banfi, infatti, ha così commentato la vicenda:

Non tornerò a essere nonno Libero. È stata una bella avventura, dalla prima alla sesta serie, ma non ho più l’età per farlo. È una decisione presa con rammarico, ma è stata presa. Ora inizierò a lavorare con la casa di produzione di famiglia, Alba 3000. Stava lì ad aspettare il momento giusto e ora questo momento è arrivato. Se il mio nome è ancora valido Rai o Mediaset prenderanno il pacchetto completo di Banfi Family per due, tre o quattro anni.

In ogni caso, forse è anche giusto che Banfi non si leghi troppo un personaggio: nel corso della sua carriera ne ha avute fin troppe di etichette e scommettiamo che in futuro sarà pronto ad affrontare, con la stessa bravura, altri ruoli.