Lo scorso lunedì 1° agosto, nella Chiesa Francescana di Sant’Angelo a Milano, si sono tenuti i funerali di Marta Marzotto, la stilista scomparsa il 29 luglio a 85 anni: tra i tanti familiari e personaggi famosi presenti, non poteva mancare la nipote Beatrice Borromeo, sempre stata legatissima alla nonna.

La giornalista ed ex modella bionda, in tubino nero ed occhiali scuri per nascondere le lacrime, è arrivata al braccio del marito Pierre Casiraghi, appena sbarcato da una regata in barca a vela a Maiorca. Evidente la commozione della contessina che, tra l’altro, in quello stesso giorno, avrebbe dovuto festeggiare il suo primo anniversario di matrimonio.

Galleria di immagini: Pierre Casiraghi e Beatrice Borromeo: le foto del matrimonio religioso

Durante la funzione, la Borromeo ha voluto leggere un’accorata lettera dedicata alla nonna, scritta con parole di amore e di forte ammirazione per quella donna così generosa e piena di vita:

Sono state tante, anche troppe, le cose diseducative fatte da noi durante i viaggi con lei, tutto era permesso, l’unica regola era tornare alle 7 del mattino, anche se lei tornava alle 8 con le scarpe in mano. Credo che non ci sia nessuno oggi qui che non abbia ricevuto qualcosa da lei, la sua più grande gioia era vedere la felicità sul volto degli altri. La fantasia è il dono più bello che ci hai lasciato. Grazie a te saremo sempre curiosi, non ci faremo vincere dalla pigrizia, cercheremo il lato divertente delle cose, grazie a te la vecchiaia non sarà mai una scusa per smettere di viaggiare e di fare cose.

Insomma, la Marzotto era e sarà per sempre un vero e proprio punto di riferimento per tutta la famiglia, e la nipote adorata, straziata dal dolore, ha concluso la sua dedica con un messaggio d’addio dolcissimo:

Nessuno potrà farmi sentire un po’ meno la sua mancanza. Il suo spirito libero e colorato non se ne andrà via oggi. Adesso vola lassù a chiacchierare con la zia Annalisa, ad abbracciare Renato e a far capire a tutti anche lassù cosa sia una vera festa. Ci mancherai tanto nonnina mia.