Potevano Belen Rodriguez e Stefano De Martino mancare anche solo per un giorno dalle cronache rosa di questi giorni? Assolutamente no! Questo volta non hanno fatto nulla, almeno per oggi, in questo periodo dell’anno più prossimo al Ferragosto che al Natale, prematuro o in notevole ritardo, dipende da come si vuole prendere la notizia, si apprende che i due novelli fidanzati finiscono indirettamente nel presepe sottoforma di statuine. L’idea arriva da un artigiano napoletano che ha deciso di dedicare alla novella coppia le statuine che li rappresentano.

Non parliamo di un presepe qualsiasi, ma di quello prestigioso con le statuine di San Gregorio Armeno, una strada del centro di Napoli dove trionfano le botteghe nelle quali si vendono le statuine frutto di un paziente lavoro di artigianato, tutto fatto rigorosamente a mano, dai tradizionali pastori alle pecorelle, stella cometa e quant’altro può entrarci in una rappresentazione di una festa tanto cara agli italiani. Ma non ci sono solo quelle. Si tratta di veri e propri oggettini da collezione a cui ogni anno si aggiungono quelli di personaggi nuovi che si sono distinti nel positivo o nel negativo, ed è così che troviamo Maradona, Barack Obama, Silvio Berlusconi, Kate e William, giusto per citare alcuni nomi.

Fra le statuine del prossimo presepe ci saranno anche quelle di Belen Rodriguez e Stefano De Martino, lei con tanto di farfallina al vento e cerotti, lui con il cerotto sul naso, riprendendo le fotografie pubblicate da tutti i giornali che lo ritraevano all’uscita dal pronto soccorso romano in cui erano stati medicati dopo l’incidente.

A realizzare le due statuine è stato giovane artigiano napoletano, Genny Di Virgilio, a pubblicare la notizia è stata Anna Maria Chiariello giornalista del Tgcom. Intanto che si fanno sempre più insistenti le voci che in tutto questo ci sia lo zampino di Fabrizio Corona, c’è da chiedersi se Belen Rodriguez e Stefano De Martino seguiranno i Re Magi a portare doni al bambinello per ringraziarlo dell’enorme popolarità, oltre che il rimpinguamento dei loro conti correnti gossip dopo gossip, data la capillare operazione di marketing creata intorno a loro.