Belen Rodriguez fa flop al botteghino. Già non erano mancate le critiche quando era stato reso noto che “Non c’è due senza te“, il film di Massimo Cappelli con la showgirl come protagonista, era stato finanziato dal MiBac con 200 mila euro perchè ritenuto di interesse culturale, come stabilito nella delibera del 29 ottobre del 2014.

La pellicola vede la showgirl recitare insieme a Fabio Troiano, Tosca D’Aquino e Dino Abbrescia. Si tratta di una commedia che racconta le vicende di una coppia gay, Moreno e Alfonso, che vede la propria vita travolta dall’arrivo di un bambino di undici anni e dalla bellissima Laura, interpretata proprio dalla soubrette argentina. Grandi aspettative per il progetto cinematografico, che però sono crollate con il primo giorno di programmazione, in cui il film ha incassato appena 55.233 euro, piazzandosi in ottava posizione negli incassi di venerdì scorso. I giornalisti di “Libero” non si sono fatti sfuggire un buco nell’acqua di questa portata e hanno lanciato i loro commenti di certo poco clementi verso la protagonista, il cui lavoro cinematografico era stato annunciato in pompa magna:

“Evidentemente la gente guarda volentieri Belen a patto che sia gratis: spendere otto euro per un biglietto sembrerebbe troppo”.

Belen Rodriguez quindi, anche se si conferma come la vip più paparazzata e desiderata dal pubblico italiano, non risulta ugualmente attraente per gli amanti del cinema. Con queste premesse riuscirà mai a coronare il sogno della sua vita, cioè recitare per un film di Pedro Almodovar?