Non c’è niente da fare. La passione per il fondoschiena delle donne è intramontabile, e si continuano a scrivere fiumi di testi e dissertazioni sull’argomento. Ma qual è quello perfetto? Se un tempo si parlava della forma a mandolino, oggi il lato B è classificato in base alla sua somiglianza con certi tipi di frutta e verdura.

Può essere a pomodoro, a patata, a pera, ma sembra che gli uomini preferiscano di gran lunga quello a forma di pesca, che ammiriamo nella statuaria Belen Rodriguez ma anche in Elisabetta Canalis. Può sembrare assurdo, ma alla base di questa classifica ci sono precise regole matematiche, stilate dallo psicologo David Holmes.

Definito un vero “Bottom Expert“, il medico inglese ha ideato un metodo per determinare il livello di perfezione di un sedere, calcolando variabili come la simmetria, il tono muscolare e la forma. Ne vengono fuori quattro tipologie principali, tutte pienamente apprezzate e, stando a quanto afferma Holmes, tutte da valorizzare sempre e in ogni caso.

A questo scopo, questo eccentrico personaggio ha ideato la linea di abiti “Wonderbum“, che mirano a mettere in risalto proprio il lato b anche nelle donne formose. Tutto combacia perfettamente con la recente scoperta secondo la quale un po’ di grasso in più su fianci e glutei fa vivere più a lungo.

Ma Belen a parte, un fondoschiena a pomodoro, ad esempio, è quello della bomba sexy Jennifer Lopez, mentre la splendida Kelly Brook appartiene alla categoria della pera. La patata, invece, sembra corrispondere perfettamente al lato B di Valeria Marini.