Il 2016 è l’anno dell’affermazione di Bella Hadid come modella e IT girl. Tuttavia, ieri, nel suo discorso di accettazione del premio Model of The Year durante la cerimonia londinese di GQ Men Of The Year Awards, la diciannovenne ha voluto dedicare il prestigioso riconoscimento alla mamma Yolanda, per la prima volta presente a un evento con la figlia.

“È la prima volta in quattro anni che la mia mamma è riuscita ad alzarsi dal letto, a farsi i capelli e a truccarsi e sono così felice che sia qui”, ha dichiarato Bella Hadid una volta ricevuto il premio, “Sto per avere un attacco di cuore. È pazzesco. Ho lavorato duramente, è fantastico ottenere un riconoscimento per questo”. La madre della modella, Yolanda, soffre infatti del morbo di Lyme, una malattia provocata da un batterio e che in genere si contrae a causa del morso di una zecca. I sintomi che provoca sono spesso inabilitanti, soprattutto se non curati in tempo, e includono dolori muscolari e articolari, rigidità, mal di testa, febbre, dolore e gonfiore della articolazioni e spossatezza cronica.

Anche Bella e suo fratello Anwar ne soffrono, mentre Gigi Hadid, la sorella maggiore, è l’unica della famiglia a non aver contratto la malattia. Yolanda e la figlia sono comunque apparse in splendida forma alla cerimonia organizzata da GQ a Londra: mentre la modella indossava un abito lungo color pesca con spacco vertiginoso e scollo off shoulders di Hugo Boss, la mamma ha scelto una tuta nera monospalla con zip gioiello in oro, perfetta per la sua silhouette slanciata.

Thank you everyone at @britishgq , @imgmodels my mom/dad, and all of you crazy cool people out there supporting me

Una foto pubblicata da Bella Hadid (@bellahadid) in data:

Yolanda, che si è sottoposta recentemente anche a un nuovo trattamento usato per curare malattie autoimmuni, ha parlato di come il morbo di Lyme abbia influito anche sulla vita di Bella Hadid, impedendole di competere alle Olimpiadi. “Bella ha dovuto rinunciare al sogno della sua vita di avere una carriera professionale come cavallerizza e alla possibilità di competere alle Olimpiadi a causa dei gravi sintomi della malattia”.

“Questa è stata la peggior delusione della sua vita ed è un argomento molto sensibile per lei. È una ragazza resiliente e concentrata su una nuova direzione – si è fatta un suo nome nel mondo della moda mentre continua a combattere con i sintomi di Lyme ogni giorno”.