Molti ingredienti dei cosmetici che più amiamo hanno un’origine lontana, sia perché derivano da luoghi esotici sia perché molti popoli ne conoscono e sfruttano i segreti da molto tempo per curare la propria bellezza. Tantissimi prodotti naturali o trattamenti nelle spa hanno infatti un sapore orientale: attraggono immediatamente per l’aura di mistero che sprigionano e il nostro corpo conosce bene tutti i benefici che questi elementi portano.

Uno degli ingredienti più conosciuti è il burro di cacao, utilizzato già da molto tempo in occidente ma dalle origini lontane; questo burro ha ottime proprietà idratanti e si applica facilmente sulla pelle anche puro, poiché ha la caratteristica di fondere alla temperatura corporea: può essere utilizzato per curare la pelle secca o problemi di disidratazione, eczemi e scottature, oltre che per il trattamento delle cicatrici e delle smagliature con lo scopo di schiarirne le tracce.

Altro ingrediente di questa famiglia è il burro di karitè, una sostanza ricavata dalla noce di una pianta che gli indigeni chiamavano spesso “l’albero della salute e della giovinezza”: contiene moltissime vitamine e possiede proprietà lenitive, emollienti ed eudermiche grazie alle quali mantiene la pelle giovane, levigata, di un bel colorito. Ha proprietà simili al burro di cacao, ma si presenta più morbido ed è assorbito rapidamente dalla nostra epidermide, sulla quale non lascia una scia unta. Per questo motivo il burro di karitè è l’ingrediente ideale per creme particolarmente idratanti e trattamenti di bellezza rivitalizzanti.

Altro celebre ingrediente orientale è il riso, utilizzato non solo come base alimentare per numerosi piatti asiatici, ma anche per trattamenti di bellezza in due preziose varianti: l’olio di riso, che possiamo trovare nei comuni supermercati, è ricco di antiossidanti e vitamina E, entrambi preziosi per il nutrimento della pelle; è un olio leggero particolarmente indicato per combattere l’invecchiamento cutaneo grazie al contenuto elevato di vitamine e lecitine che aiuta a ridare tono all’epidermide, rendendolo un emolliente ideale sia per pelli secche che per pelli miste e impure.

Il riso è utilizzato anche per la protezione solare, le donne balinesi infatti usano il latte di riso come una crema solare: il gamma-orizanolo svolge una buona azione schermante nei confronti delle radiazioni solari (UVB e UVA), e antiossidante a livello cutaneo.

Un aroma molto apprezzato è il patchouli, essenza estratta da una pianta erbacea tramite distillazione dei suoi fiori e germogli, già utilizzato da innumerevoli secoli nei trattamenti di bellezza orientali. Spesso usato nei profumi e nelle colonie, è utilizzato in numerosi altri ambiti, come in miscela per oli da massaggio o bruciato come olio essenziale perché il suo aroma favorisce il rilassamento.

Altro arbusto che racchiude segreti di bellezza è la pianta del tè, le cui gemme delicate e le tenere foglie dei nuovi germogli sono conosciuti come tè bianco: ricche di antiossidanti hanno enormi proprietà benefiche per la cura della pelle, oltre a note olfattive molto fragranti. Profumo che non si scorda anche per il frangipani, una pianta tropicale tra le più belle del mondo e nota per i suoi fiori aromatici, così come per il gelsomino, uno degli ingredienti più antichi e versatili della bellezza orientale, utilizzato addirittura come alimento.

I fiori dell’ibisco infine sono utilizzati per produrre un latte per la pelle: rappresenta una fonte eccellente di AHA (alfa-idrossiacidi), utili per levigare le rughe e migliorare l’aspetto dell’epidermide rendendola più morbida e levigata; ha anche proprietà farmacologiche confermate dalla ricerca moderna e funge da antisettico, emolliente e calmante.