La bellezza e i suoi modelli cambiano continuamente: così, anche i canoni dell’estetica vengono ridefiniti di volta in volta, in base alla moda del momento, all’attore in voga o alle condizioni economiche, ambientali, culturali e sociali.

=> Scopri come essere sempre bella

Da un nuovo studio dell’Università di Austin, in Texas, si scopre proprio questo: che col tempo variano gli atteggiamenti di uomini e donne verso la bellezza e, quindi, verso l’estetica. Tra le scoperte più interessanti, vi è quella che vuole gli uomini molto più attenti delle donne ai ritocchi estetici: solo in Italia, infatti, a cedere al fascino del bisturi è il 58% degli uomini contro il 51% delle donne.

Non è finita qui: il ritocco estetico varia da Paese a Paese ed è solo un tassello nel processo di configurazione della bellezza: l’estetica, infatti, andrebbe ben oltre l’aspetto estetico ed è uno dei modi per poter raggiungere una personalità interessante e glamour. Quindi, via al ritocco non invasivo, ma che possa dare fascino alla propria persona.

Se negli Stati Uniti uomini e donne tentano di raggiungere la bellezza di divi come Angelina Jolie o Brad Pitt, in Italia, invece, il canone di riferimento è quello stabilito da Monica Bellucci e Riccardo Scamarcio.

Le parti prevalentemente ritoccate sono occhi e loro contorno, i denti e le imperfezioni della pelle; inoltre, fondamentale sembra essere poter avere capelli e pelle luminosi. Quindi, pochi interventi non invasivi e che non pesino troppo sul portafogli, ma che possano dare piccole migliorie senza risultare finti e di plastica.

Fonte: Vogue