Una rilassante sensazione di cura e protezione, con in più tutti i benefici del massaggio. Questa, in sintesi, la portata innovativa del massaggio prenatale, ossia il massaggio effettuato sulla donna incinta, che si sta affermando sempre più come efficace tecnica per alleviare i disturbi della gravidanza e apportare un sollievo duraturo.

Il massaggio prenatale é una pratica studiata per andare incontro alle esigenze della futura mamma durante i mesi che precedono il {#parto}. Il suo scopo é anzitutto quello di migliorare la circolazione sanguigna e ridurre il senso di gonfiore alle gambe, alleviare i dolori alla schiena, aumentare la funzionalità di muscoli e articolazioni, tonificare il corpo, prevenire le smagliature, rinvigorire la donna e il nascituro a livello fisico e mentale.

Nello specifico, tra i numerosi benefici apportati dal massaggio prenatale compare senza dubbio un notevole senso di rilassamento con conseguente riduzione dell’insonnia, come anche sollievo per le articolazioni provate dal peso del pancione, supporto nel mantenimento di una corretta postura, preparazione dei muscoli pelvici che verranno sottoposti a sforzo durante il parto, sensibile riduzione del gonfiore tipico alle mani e ai piedi e infine sollievo per collo, mal di testa, nervo sciatico e congestione del seno.

Il massaggio prenatale é generalmente controindicato in caso di gravidanza ad alto rischio, in presenza di palpitazioni, alta pressione sanguigna, dolori addominali e precedente travaglio prematuro. In ogni caso é sempre opportuno consultare il proprio medico curante per valutare attentamente l’opportunità di sottoporsi a tale trattamento.

Chi esegue il massaggio su una futura mamma deve possedere una particolare esperienza, ossia una preparazione superiore a quella di chi effettua i normali massaggi rilassanti. Infatti, nonostante le scuole di massaggi insegnino generalmente anche le tecniche utilizzate per le donne in attesa, meglio affidarsi a un professionista certificato, le cui competenze siano specifiche e dimostrabili.  

Naturalmente, a fronte della delicatezza delle condizioni delle donne gravide, esistono alcune cautele da prendere seriamente in considerazione: anzitutto, la comunità scientifica tende a sconsigliare di sottoporsi a questo massaggio nei primi tre mesi di gravidanza, essendo forte in quel periodo il rischio di aborti spontanei.

Il periodo ideale per affrontare in sicurezza il massaggio prenatale parte quindi dal secondo trimestre, in cui ci si potrà affidare alle mani del massaggiatore una volta alla settimana per un lasso di tempo compreso tra i dieci minuti e un’ora. Nel terzo trimestre la frequenza dei massaggi potrà poi essere eventualmente raddoppiata.

L’uso di lozioni per rendere il massaggio ancora più gradevole é consentita, purché siano rigorosamente inodore: é infatti nota l’accentuata sensibilità olfattiva delle donne in {#gravidanza}, che arrivano anche a detestare odori prima amati. L’ambiente in cui ha luogo il massaggio deve essere sottoposto a un’idonea e costante aerazione. L’uso di un sottofondo musicale é invece indicato, dando prevalenza alle melodie rilassanti.

Particolare attenzione bisogna prestare alla posizione da fare assumere alla donna durante il trattamento: diversi professionisti sostengono che la posizione migliore sia quella in cui la donna é sdraiata su un fianco. Invece non sembra riscuotere consensi il lettino che presenta un apposito foro per il pancione: il rischio di provocare stiramenti dei legamenti uterini é alto e pericoloso. L’ideale é discuterne prima con il proprio massaggiatore.

Recenti studi hanno evidenziato gli effetti positivi garantiti dal massaggio prenatale persino sulla regolazione ormonale: facendo aumentare i livelli di dopamina e serotonina, esso influisce positivamente sul parto, riducendo il rischio di complicanze, e sulla salute del bambino, soprattutto per quanto riguarda i casi di nascite sottopeso. Il massaggio prenatale può quindi diventare una piacevole abitudine che accompagna le future mamme nel loro nuovo e gioioso percorso di vita.