Sembra chiaro a tutti che il lusso del XXI secolo non è più solo quella ostinata ostentazione di una ricchezza irresponsabile.

Oggi molte aziende che offrono prodotti non proprio alla portata di tutte le tasche hanno assunto una sorta di responsabilità sociale, riconoscendo la necessità, anche da parte dei più ricchi, di occuparsi del mondo che ci circonda.

Nasce da tutto questo l’ultimo progetto realizzato da Bentely, la gloriosa casa automobilistica inglese, famosa per le sue macchine potenti e costose, che ha appena presentato una coupé a bioetanolo.

La vettura, rigorosamente a due posti, è una Continental in grado di raggiungere la velocità di 330 Km/h. Il nome scelto è Supersports, che riecheggia le tre vittorie di fila di Woolf Barnato alla 24 ore di Le Mans dal 1928 al 1930, proprio al volante di una Supersports.

Spinta da un potentissimo W12 da 6,0 litri in grado di sviluppare una potenza di 630 CV, scaricati a terra dalla trazione integrale e addomesticati dall’impianto frenante Bentley in carboceramica, questa vettura ha bisogno di soli 3,9 secondi per passare da 0 a 100 Km/h.

Un gioiellino bello fuori e prezioso dentro, con i due sedili sportivi in pelle e gli inserti in fibra di carbonio che impreziosiscono l’abitacolo.

Il costo della vettura è di 250.000 euro, ne verranno prodotte dai 600 ai 900 pezzi solo per il mercato europeo.