Con poco preavviso, nei giorni scorsi Beyoncé ha svelato il suo nuovo progetto, Lemonade, lanciato sull’emittente televisiva statunitense HBO: Queen Bey ha presentato l’album – in esclusiva sempre sulla piattaforma Tidal –, ma ciò che nelle ultime ore sta facendo parlare il web non sono le nuove canzoni, quanto alcune rivelazioni che potrebbero essere nascoste nelle parole dei testi.

Sono anni, infatti, che non si fa altro che parlare delle infedeltà del marito e rapper Jay-Z nei confronti di Beyoncé e nel primo video condiviso dalla popstar sembra si parli proprio di un presunto triangolo amoroso con un’altra donna.

Nella prima hit dell’album, la canzone “Sorry”, si racconta infatti di una presunta “Becky with the good hair” (“Becky dai bei capelli”) e i golosi di gossip – insieme ai fan della popstar – hanno iniziato a indagare su chi potesse essere la donna in questione. Particolare attenzione è stata riservata alla stilista Rachel Roy: poco dopo l’uscita del video di “Sorry”, tra l’altro, lei avrebbe condiviso un’immagine sul suo profilo Instagram corredata da una frase che lasciava ben pochi dubbi, “Good hair don’t care, but we will take good lighting, for selfies, or self truths, always. Live in the light #nodramaqueens”, “Good hair don’t care, ma avremo una bella luce per dei selfie, per le verità personali, sempre. Vivi alla luce #nodramaqueens”.

Nonostante le varie interpretazioni possibili, la stilista potrebbe proprio riferirsi a Queen Bey e al marito: ad aumentare ulteriormente i sospetti è il fatto che, dopo che il suo profilo è stato invaso dai fan di Beyoncé con una grande quantità di emoji con api, simbolo della popstar, il profilo della stilista è diventato privato.

Tramite un recente comunicato pubblicato sul magazine People solo martedì scorso, la fashion designer 42enne ha dichiarato che quella sua frase sarebbe stata interpretata male. “Voglio mettere a tacere le speculazioni e i pettegolezzi”, ha detto la Roy al magazine. “Il mio post su Instagram voleva essere divertente e spensierato, è stato frainteso come qualcosa di diverso”. Ha, infatti, spiegato come “non c’è alcuna conferma che la canzone si riferisca a me personalmente. Non c’è verità in quei pettegolezzi”.

Tuttavia, secondo una fonte vicina alla coppia, al posto di una sola persona, quel “Becky with the good hair” potrebbe riferirsi ad un numero di donne maggiore con cui Jay-Z avrebbe tradito Beyoncé; secondo altre speculazioni, specialmente nei primi anni di matrimonio del signore e la signora Carter, il rapper avrebbe avuto qualche liaison con altre donne, salvo redimersi (forse) nel momento in cui, nel 2012,  anno in cui è nata Blue Ivy. “Non penso che Beyoncé stia tirando in causa una ragazza. Sono molte ragazze. I pettegolezzi hanno circolato per anni”, ha dichiarato, infatti, una fonte vicina alla coppia a PageSix.

Beyoncé e Lemonade: anche Rita ora tra le donne di Jay-Z?

Se per alcuni nel triangolo amoroso ci sarebbe la nota stilista, per altri la “Becky con i bei capelli” sarebbe un’altra persona, la popstar britannica Rita Ora: qualche anno fa, infatti, i tabloid parlavano di una presunta infedeltà nel 2014 – un’altra, dopo anche quella con Rihanna – del rapper con la popstar nata nell’attuale Kosovo.

Visto il tanto clamore, Rita Ora ha voluto placare queste voci tramite il suo account Twitter: “Le voci sono false. Non ho altro che il più grande rispetto per Beyoncé. Continuiamo a goderci Lemonade”.

In effetti, anche quando nel 2014 le sono stati attribuiti questi rumor, durante un’intervista con una radio la popstar ha messo in chiaro la situazione: “Non oserei mancare di rispetto a Beyoncé in questo modo, mai nella tua vita. Sì, perché è davvero irrispettoso”.

Veramente l’intero progetto – prodotto dallo stesso Jay-Z – potrebbe girare intorno alle presunte infedeltà del rapper? A far tornare la ragione sulla questione ha pensato un’altra fonte di PageSix: Lemonade, spiega, “è creato per portare guadagni. Jay e Beyoncé sono imprenditori al massimo del loro potere. Pensereste che Jay-Z rilascerebbe un album su Tidal se veramente parlasse di lui? Jay-Z è dietro tutto questo al 100%”.