Grande Fratello: che sia quello italiano, francese, inglese o africano, non importa, le polemiche scoppiano sempre. Peccato che stavolta si tratta di un argomento delicato, come la violenza sulle donne.

È successo al Big Brother Africa: durante una delle “classiche liti da casa del GF”, una donna è stata picchiata dal suo coinquilino.

Il motivo della rissa ha poca importanza, quello che è interessante è stato il seguito. Si dice che ogni azione ha una sua reazione, tranne in questo caso. Gli autori del programma, infatti, non hanno agito nei confronti dell’uomo. Il concorrente che ha picchiato la donna non è stato squalificato, ma gli è stato solo imposto di chiedere scusa alla concorrente.

Diversa è stata la reazione di un gruppo di attivisti legati al movimento in difesa delle donne, che hanno chiesto la sospensione del programma. Lebo Marishane, portavoce del gruppo, ha dichiarato:

La televisione è un potente mezzo. Mantenere nella casa quell’individuo perpetua lo stereotipo che gli uomini che abusano delle donne non possano essere puniti.

Il network televisivo M-Net si è giustificando dicendo che il concorrente non è stato eliminato per tutelare l’interesse degli altri partecipanti. Voi cosa ne dite? Se il fatto fosse accaduto qui in Italia, cosa sarebbe successo? Per darvi un’idea vi proponiamo il video dell’accaduto.