Biglietti per la festa del papà: a pochi giorni dalla ricorrenza è il momento di darsi da fare, di impiegare un pomeriggio, qualche ora, in compagnia di mamme, nonni, baby sitter, fratelli, sorelle e amichetti tra pennarelli, cartoncini e forbici per preparare un biglietto di personalissimi auguri.

Ecco qualche idea su come scrivere, illustrare e decorare i biglietti per la festa del papà.

Il contenuto del biglietto è molto personale e dipende dall’età dei figli: per i più piccoli sarà naturale sottolineare il loro affetto con un semplice “Ti voglio bene” o “Sei grande papà”, è anche possibile andare alla ricerca di poesie, frasi o canzoni da riportare, con i cui i più timidi o di poche parole possano esprimere i loro sentimenti.

Un’idea adattabile a tutti, dai bambini agli adolescenti, è quella di elencare perché il papà è così speciale, perché gli si vuole bene: ognuno può trovare i suoi perché, le sue motivazioni, da quelle più pratiche, come la protezione che si sente avendo il papà vicino prima di addormentarsi la sera, a quelle più profonde, come la sicurezza di saperlo sempre pronto a consigliare la scelta giusta.

Molto simpatica, invece, per quanto riguarda i contenuti, l’idea dei coupon, anche questa adatta a figli grandi e piccini: si possono spillare tutti insieme dei coupon, simili a quelli degli sconti dei supermercati, che consentono al papà di avere degli “sconti” nella quotidianità. Potete proporvi, per dimostrare il vostro affetto, di buttare la spazzatura al suo posto, di lavare la macchina, di riordinargli la scrivania, di tenere i fratellini più piccoli per fargli passare una serata tranquilla con la mamma.

Più complesso, ma di sicuro effetto, è scrivere, illustrare e decorare una mappa personalizzata della città preferita o del luogo di vacanza più amato dal papà: proseguite disegnando o nominando le tappe lungo un immaginario viale dei ricordi, includendo posti e eventi memorabili.

I biglietti per la festa del papà si possono, poi, decorare con un collage (con cui fare per esempio anche una cornice rettangolare per il messaggio di auguri). Definite uno stile, un tema, magari ispirato alla passione del papà, le auto, l’arte, il calcio, e ritagliate scontornandole dai giornali e dalle riviste le immagini più attinenti. Potete scegliere il bianco e il nero, il colore, foto più grandi e più piccole, l’importante è dare un’omogeneità all’insieme. Fate una prova senza la colla sul cartoncino del biglietto (da scegliere abbastanza spesso), una volta ottenuta la combinazione desiderata incollate le parti.

Ecco, infine, un paio di idee per i più più piccoli. Insieme alla mamma si può decorare un sacchetto di carta, come quello per il pane, con disegni oppure con il menu del pranzo (scritto o disegnato): sarà perfetto per un pic nic estemporaneo o da portare al lavoro per il pranzo del 19 marzo. In grado di commuovete i papà, poi, il biglietto con l’impronta colorata della mano dei propri figli: un grande classico per la festa del papà.