Un ritorno gradito in TV, anche se una tantum. Si tratta dell’attore e sceneggiatore Bill Cosby, celebre soprattutto per aver dato vita alla serie più rivoluzionaria della televisione statunitense, “I Robinson“, che ribaltarono completamente l’immaginario collettivo sugli afroamericani, raccontando di una famiglia borghese e di successo alle prese con i problemi di tutti i giorni.

Così Cosby è “ricomparso” sul piccolo schermo in occasione dei Marian Anderson Awards, un premio per alcuni artisti che si sono distinti anche per la propria attività umanitaria.

Sono trascorsi ormai vent’anni dalla fine della sitcom e Cosby ha sempre più diradato le proprie uscite in pubblico, da quando il figlio, nel ’97, è stato ucciso da un rapinatore, mentre cambiava una gomma alla sua Mercedes. Un brutto colpo per Cosby, che, da dietro le quinte, ha però continuato a fare televisione come sceneggiatore e produttore.

Cosby, che ora ha settantadue anni, è apparso con qualche chiletto in più e molti capelli in meno: un processo naturale che tuttavia non ha scalfito la sua immensa ironia, quella che l’ha reso tanto amato dal pubblico, facendolo divenire anche l’attore di sitcom più pagato degli anni ’80 e ’90.