Bambini in auto, genitori distratti: questa sembra essere la tendenza generale, stando a quanto affermato dalla società tedesca OnePoll, che ha condotto un’indagine verificando le abitudini delle mamme e dei papà alla guida.

Con i bimbi in macchina, infatti, il 45 per cento dei genitori intervistati ha ammesso di parlare tranquillamente al cellulare, un gesto che non solo è punibile ma che mette a rischio la salute dei più piccoli, anche nel caso in cui siano rispettate tutte le regole di sicurezza.

«I nostri bambini sono gli automobilisti del domani. I genitori, quindi, dovrebbero rappresentare un esempio quando sono al volante. Saremo in grado di raggiungere l’obiettivo di azzeramento degli incidenti soltanto se le tecnologie di sicurezza innovative vengono utilizzate da conducenti prudenti non solo oggi, ma anche domani.»

Gli incidenti stradali che coinvolgono minori sono invece sempre in aumento, ma le pessime abitudini dei genitori alla guida non si limitano ai rischi per la sicurezza. Secondo gli stessi bambini, infatti, confessa di aver sentito il papà o la mamma inveire al volante, litigare con un altro automobilista piuttosto che gridare con il finestrino abbassato.

Su un campione di 500 bimbi intervistati, insomma, quasi la metà ha ammesso di non sentirsi del tutto sicuro in auto con uno dei genitori. Per quanto riguarda le differenze di genere, solo il 39 per cento dei piccoli afferma di prediligere la guida materna a quella paterna, mentre il 73 per cento dice di considerare la guida del papà più veloce e aggressiva di quella della mamma.

Fonte: Andkronos