Blake Lively avrebbe potuto non essere Serena van der Woodsen in “Gossip Girl”. Pare infatti che, in un primo momento, per questo ruolo fosse stato fatto il nome di Rumer Willis, figlia di Demi Moore e Bruce Willis. Il bello è che lo scopriamo solo ora, a tre anni di distanza dal gran finale della serie e proprio nel momento in cui è comparso in rete il video con il provino della bionda Blake.

Galleria di immagini: Blake Lively, i 10 red carpet più belli

A svelarlo (a BuzzFeed) è stato David Rapaport, il direttore casting che all’epoca scelse le protagoniste di quella che ancora oggi è considerata una delle serie di maggiore successo degli ultimi anni. Un successo che, come lui stesso ha ammesso, si deve per buona parte al cast, composto per lo più da volti nuovi, ma con un destino da star.

È certo che fa strano pensare alla figlia di Demi Moore e Bruce Willis nei panni di Serena, non solo per una questione di personalità e talento (la ragazza, diciamolo, non ha mai brillato particolarmente e lo si vede dall’esiguo curriculum nonostante i forti appoggi), ma anche di classe. Non ce ne voglia Rumer, ma lei è molto lontana dall’essere una raffinata fashion victim. Sarebbe stata decisamente più adatta Katie Cassidy, che infatti si è contesa fino all’ultimo il ruolo con Blake, per poi essere dirottata su quello di Juliet Sharp e giocarsi le sue carte “in prima fila” in altre serie come “Arrow”.