Dubai è il Paese delle Meraviglie del secondo millennio. Da quando gli sceicchi illuminati di questo piccolo stato hanno capito che non era necessariamente vero che le uniche risorse per il medio oriente dovessero essere le materie prime, e nella fattispecie il petrolio, e hanno attuato un grande sviluppo incentrato ad attrarre turisti, ne abbiamo viste delle belle: isole artificiali, hotel a forma di vela e chi più ne ha più ne metta.

Stavolta vogliamo parlarvi dell’ultimo, strabiliante, progetto che sta interessando questo Paese: l’Hotel Blue Crystal, un hotel scavato in un vero e proprio iceberg. Certo progetti di questo tipo si erano già visti, ma non bisogna dimenticare un particolare non di poca importanza, il fatto cioè che a Dubai le temperature possano arrivare a sfiorare i 50 gradi.

Come riuscire a non far “scongelare” l’albergo dunque? La risposta è tanto semplice quanto incredibile: grazie ai pannelli solari.

Un efficiente sistema di recupero di energia infatti, senza minimamente gravare sull’ambiente, si occuperà di refrigerare il gigantesco iceberg, preservandone la struttura da caldo e afa. Non sappiamo se tutto ciò possa funzionare, ma gli architetti responsabili del progetto, i tedeschi Frank e Sven Sauer, giurano di sì, chi siamo noi per non fidarci di loro?