Il blush, o fard – secondo una terminologia ormai un po’ desueta derivante dal francese -, è fondamentale per completare il trucco: questo prodotto, infatti, scolpisce e mette in rilievo le gote dando un tocco di colore naturale, salutare, vivace e radioso.

Scegliere il blush più adatto a carnagione e tipo di pelle è importante per una riuscita ottima del make up. Più giusto per una pelle chiara è un blush albicocca o rosa, con una pelle più scura meglio preferire il pesca o il rosa intenso.

Compatto, in crema, minerale, questo trucco è disponibile in commercio in diverse tipologie: per le pelli secche è da preferire in crema, mentre le pelli meno giovani dovrebbero evitare quello in polvere specialmente se iridescente, per non sottolineare imperfezioni e rughe.

Un’applicazione corretta è molto importante, come per ogni singola azione che compone il trucco perfetto: stendere il blush in maniera casuale o poco attenta, infatti, potrebbe anche compromettere una buona base e il risultato d’insieme. Per questo abbiamo chiesto al make up artist Raffaele Squillace, dei saloni romani Tessier Hairdressers, di spiegare con un video tutorial come applicare correttamente in pochi passi il blush.

Cosa occorre per applicare il blush

  • Pennello bombato con setole naturali
  • Cipria compatta
  • Pennello tondo con setole naturali
  • Blush.

Come applicare il blush

  1. Prima di stendere il blush, la base composta da crema viso e fondotinta deve essere perfettamente asciutta: fissatela quindi con la cipria affinché la polvere del blush si possa stendere facilmente. Per farlo prelevate la cipria con il pennello bombato, scaricate sulla mano la polvere in eccesso e stendete la cipria su tutto il viso.
  2. Ora è il momento di applicare il blush: prelevatelo con il pennello tondo e scaricate un po’ di prodotto in eccesso sul dorso della mano. Fate un sorriso e, con piccoli movimenti cicolatori, fate ruotare la polvere sugli zigomi così evidenziati.
  3. Abbiate l’accortezza di sfumate accuratamente per non creare grumi.