Il blush è uno dei prodotti fondamentali del make up base quotidiano, per questo è importante sapere come si sceglie, come si usa e come si mette. Di cosa parliamo? Il blush non è altro che il nome inglese del classico fard, il prodotto usato già nell’Antico Egitto per colorare le gote e dare alla pelle un aspetto sano, colorito, radioso.

Negli anni, naturalmente, le nuove formulazioni tecnologicamente avanzate e sempre più performanti hanno dato vita a prodotti vari, con diverse proprietà, texture, colori, per questo è necessaria una piccola guida per districarsi tra blush in polvere e blush in crema, colorazioni da scegliere in base all’incarnato e all’effetto desiderato, metodi e zone di applicazione, che possono variare anche in base alle tendenze make up di stagione.

Vediamo, allora, per un trucco perfetto, come si sceglie, come si usa e come si mette il blush.

Blush, come si scegliere

Si può iniziare la scelta cercando di capire se sia meglio optare per un blush in crema o in polvere. Meglio scegliere la texture in base al tipo di pelle: il blush in crema, che si trova in stick, in mousse o con applicatore, quasi liquido, è da preferire in presenza di una pelle secca, mentre il blush in polvere è da preferire in caso di pelle grassa, perché in grado di assorbirne gli oli.

Il blush si sceglie poi in base al colore della pelle ma anche all’effetto desiderato, cioè se si vuole apparire più naturali o più rock, drammatiche. Chi ha la pelle chiara può scegliere un rosa chiaro o un pesca se ha un sottotono dorato; per le pelli medie meglio un color albicocca o un malva per un effetto audace; per la pelle olivastra si può optare per il lampone o un bronze.

Blush, come si usa

Il blush si applica a fine trucco, dopo aver preparato la base con il fondotinta e truccato occhi e bocca, ma prima di passare la cipria finale che fissa il make up.

Come accennato, si può usare per dare un effetto naturale, leggero e rosato alle gote, oppure un effetto bonne mine, con in pomelli delle guance colorati, o ancora per aggiungere carattere e spigolosità al volto, in caso sia troppo tondo per esempio.

Per un effetto naturale basta poco prodotto sulle guance; per l’effetto bonne mine il prodotto va applicato sui pomelli – per mettere in evidenza la zona d’applicazione basta un bel sorriso, che li metterà in evidenza; per un viso molto tondo il prodotto va invece applicato sulla guancia in diagonale, sotto i pomelli.

Blush, come si mette

La zona su cui applicare il blush, come accennato, si scegli in base all’effetto che si desidera ottenere. Il blush in polvere si applica con il pennello, meglio se piccolo di diametro per sfumare al meglio, folto e con setole morbide e naturali.

Il blush in crema si può applicare con le dita, con una spugnetta o con un pennello con setole sintetiche. Gli eccessi si possono eliminare con una beauty blender o con un po’ di fondotinta e cipria chiara.