Un vecchio detto dice: “gallina vecchia fa buon brodo”. Ma, siccome nulla è eterno, è anche necessario portare novità. Ed ecco che, per il 2010, Martin Scorsese ha ben pensato a una nuova serie a sfondo gangsta: Boardwalk Empire.

Stavolta, però, non ci ritroviamo in un’isola sconosciuta o in una piccola cittadina, ma verremo immersi nella Atlantic City degli anni ’20. Bel salto nel passato, pronti per rivivere un’avventura tratta dall’omonimo libro di Nelson Johnson.

Atlantic City, nel New Jersey, è conosciuta come la città dei sogni e degli incubi, rinomata capitale del gioco d’azzardo, nella quale il crimine, l’immoralità e la frode sono i veri abitanti. Nucky Thompsom, re della città, manovra tutto e tutti come fossero marionette e, da bravo burattinaio, guida Atlantic City verso la gloria. Unico segreto del suo successo: la corruzione.

Da furbo uomo d’affari intraprende il commercio di liquori e, al suo fianco, ritroviamo un veterano della prima guerra mondiale, giovane astuto e intelligente, voglioso di diventare ricco e importante.

La serie ha già raggiunto un suo record: 50 milioni di dollari è il costo del pilot.

Riuscirà anche a battere il record di ascolti? Non ci resta che aspettare il prossimo autunno.