È arrivato da qualche giorno anche in Italia il libro che da voce alle ansie e ai complessi delle adolescenti. Nominato “Top 10 YA Best book 2009″ dall’Associazione librai americani e “New York Times bestseller”, “Il mio corpo – body drama“, questo è il titolo del libro, è stato scritto da Nancy Amanda Reed, ex reginetta di bellezza nominata Miss America Bikini, giovane scrittrice la vita della quale rispecchia in gran parte i sogni adolescenziali di ogni ragazza.

Il filo conduttore del libro è chiaro sin dalla copertina: non modelle e perfezioni assolute, ma giovani ragazze alle prese con i difetti adolescenziali insormontabili, che non si vergognano di posare e farsi fotografare mostrando i loro punti più critici. Sono proprio questi temi che vengono affrontati nel libro, da quello che può sembrare il più banale a quello più grande e inaccettabile. Si passa dall’alito cattivo ai peli superflui, dalla pancia cosiddetta “a panettone” alla prima cellulite, dal seno troppo piccolo, troppo grande o asimmetrico all’eccessiva sudorazione, fino a toccare argomenti talmente intimi da faticare a trovare una risposta, come le domande sull’apparato genitale femminile, a cui è dedicata un’ampia area.

Del resto i problemi adolescenziali sono sempre stati noti a tutte e a tutti, ma è il primo libro che li affronta in maniera cosi diretta e consapevole, scritto proprio a partire dalle non testimonianze di quelle ragazze che quotidianamente si guardano insoddisfatte allo specchio, e destinato non solo alle loro coetanee, ma anche a tutte quelle donne che nonostante abbiano superato il periodo critico, tendono a non vedersi mai belle o all’altezza della situazione.

Viene da chiedersi però per quale motivo a scriverlo sia stata una ex reginetta di bellezza. Ebbene, quello che ha spinto l’autrice a dare voce a tutte le insicurezze delle ragazze come lei è stato proprio il dover essere sempre perfetta e il dover dimostrare di essere ogni volta all’altezza della copertina. La stessa Nancy ha dovuto conquistarsi a fatica la corona di reginetta (è stata infatti prima Miss Virginia e poi Miss Bikini), passando dalla sua 46 ad una 40.

Noi ragazze siamo sottoposte a una pressione enorme per conformarci a ideali fisici assurdi ma non abbiamo abbastanza strumenti adeguati che ci aiutino a capire noi stesse e a prenderci cura di tutte le perdite, cavità e grinze che il nostro corpo ha per sua natura

Una riflessione acuta e notevole, che viene da un’altrettanto notevole intelligenza. Basti pensare che Nancy Reed si è laureata ad Harvard in Women’s studies, ha partecipato ad un quiz televisivo di talento vincendo 250mila dollari ed ora, dopo sforzi e rinuncie, è una vera e propria paladina della naturalezza.