Il gesto che un cittadino bolognese ha compiuto è senz’altro degno di stima. Un gesto importante, che ha lasciato tutti piacevolmente sorpresi.

Il signor Domenico Cantatore, infatti, un ex dirigente d’azienda ormai in pensione, ha deciso di donare l’enorme cifra di un milione di euro alla Casa delle Donne di Bologna. Come è noto, la Casa delle Donne è una struttura che da oltre 20 anni si prefigge l’obiettivo di aiutare le donne e i loro figli vittime di violenze e maltrattamenti.

Il signor Cantatore ha dichiarato di aver preso la generosa decisione nel 2009, dopo aver assistito sgomento a un servizio televisivo in cui si parlava dei maltrattamenti domestici a cui erano costrette alcune donne straniere.

La cifra donata è davvero imponente e consentirà al centro di continuare a fare il proprio lavoro di accoglienza e sostegno, ma con mezzi e risorse maggiori. Infatti, i soldi del signor Catagnano serviranno a migliorare due situazioni ben precise.

In primo luogo, si apporteranno delle modifiche alla sede centrale della Casa delle Donne, che fin a oggi si è dovuta accontentare di un piccolo appartamento in centro dove gli spazi sono invivibili.

Costruendo un centro più grande, si potranno migliorare le prestazioni e i servizi offerti, diminuire i tempi di attesa delle donne in difficoltà e dare maggiore assistenza anche ai bambini.

In secondo luogo, la donazione, che è stata regolarizzata davanti a un notaio, servirà a rimettere in sesto, soprattutto dal punto di vista della sicurezza, le due case-rifugio, possedute a Bologna dalla Casa delle Donne per offrire, anche in questo caso, maggiore sostegno pratico e psicologico alle donne vittime di violenze.

Repubblica.it fornisce, per chi ne avesse bisogno, recapiti e orari della Casa delle Donne. Il numero di telefono è 051-333173 ed è disponibile dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 17, il venerdì dalle 9 alle 15.